Fumo in auto cambia tutto | Ecco perché possono multarti

Tutto cambia in merito a fumo in auto e codice della Strada e c’è un dato di fatto: a nessuno piace prendere una sonora multa quando è alla guida della sua auto. A maggior ragione per una causa che si può certamente evitare, adottando i dovuti accorgimenti.

Fumo in auto
photo web source

Eh sì. Perché se non si conoscono le novità in termini di normative o se non si considera che i fruitori della strada sono sottoposti a tutte le regole che sono in vigore nel codice della Strada, si rischia di incorrere in tali incresciose situazioni.

Posto anche il fatto che l’abitacolo del proprio veicolo sia privato, infatti, questo non toglie che ogni guidatore o passeggero è tenuto, per il bene di tutti, a rispettare le indicazioni date dal codice stradale.

Fumo in auto: ecco perché le restrizioni

Parliamo ad esempio della questione della salute dei cittadini legata al fumo: se ne è parlato molto negli ultimi anni, con l’insorgere di divieti vari riguardanti il fumo nei negozi, nei centri commerciali, nei luoghi al chiuso e in particolare nei centri medici, ospedali e similari.

Ecco che allora da tutelare è in primis la salute di chi viaggia, e sotto ogni punto di vista, proteggendo per prime le categorie più fragili. Per questo si è deciso che il divieto non dipenderà tanto da cosa fa chi è alla guida, quanto dalla condotta di tutti i passeggeri del veicolo.

Minori e donne incinte: le categorie da tutelare dal fumo in auto

Se, per esempio, a guidare il veicolo è un non fumatore, ma tra i suoi passeggeri vi è chi fuma, e sono presenti anche un minore e/o una donna incinta, a rischiare una multa salata sarà comunque il guidatore.

A quanto ammonta la sanzione

Che, in questo caso, rischia una sanzione da 27,50 euro minimi a 275 euro, fino all’ipotesi dell’aggravio, per cui si corre il rischio di subire fino a 550 euro di multa.