Campania: Vesuvio e Campi Flegrei tremano | Le scosse avvertite anche dalla popolazione

La Terra ha continuato a tremare per tutto il giorno in Campania. Una vera e propria domenica di passione per chi abita all’interno dei Campi Flegrei e non solo.

Una giornata che ha visto il sisma diventare protagonista. Le scosse, infatti, si sono registrate non solo nella zona di Pozzuoli ma, anche, alle falde del Vesuvio.

Campania: Vesuvio e Campi Flegrei tremano | Le scosse avvertite anche dalla popolazione
photo web source

Vediamo insieme, nel dettaglio, cosa è successo.

Trema la Campania

Una “domenica di passione” quella che si è avuta, ieri, in Campania. La terra ha tremato per tutto il giorno, con scosse più o meno forti, da essere comunque avvertite dalla popolazione. La zona di Pozzuoli e dei Campi Flegrei è stata quella più colpita, ma non da meno, anche per chi abita alle falde del Vesuvio.

La mattinata di ieri ha visto la Terra tremare, come dicevamo, nella zona dei Campi Flegrei dove la scossa più forte la si è avuta in mattinata, intorno alle ore 9.40, con una magnitudo 3.7 della scala Richter. Questa scossa, ad una profondità poco distante dal suolo, è stata avvertita nettamente dalla popolazione che si è riversata in strada. Non si sono avuti, però, danni a persone o cose.

Ma non è finita qui. Anche alle falde del Vesuvio la terra ha tremato e lo ha fatto nel pomeriggio, intorno alle ore 18.05, così come registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il sisma è stato di magnitudo 2.1 della scala Richter ed è stato localizzato a una profondità di 8 chilometri, nella zona di Portici e, anche qui, vista la poca profondità, è stato anche avvertito dalla popolazione sia dell’area della cittadina vesuviana, quanto anche delle zone limitrofe.

Campi Flegrei, arriva il piano per una possibile evacuazione
Campi Flegrei – photo web source

Domenica di terremoti

I sensori dell’Osservatorio Vesuviano stanno registrando al vulcano Campi Flegrei, dalle ore 09.40 del 14/04/2024, un importante sciame sismico risentito ampiamente in tutta l’area flegrea” – fanno sapere dall’INGV.

Sono più di 75 i terremoti registrati questa mattina ai Campi Flegrei, il più forte di magnitudo 3.7 alle ore 9,44. Gli altri due di 3.1 e 3.0 e gli altri molto inferiori. La localizzazione di questi eventi è Solfatara-Pisciarelli. Non cambia la situazione attuale. La deformazione del suolo continua. Ci possiamo aspettare altri eventi sismici, anche se non è possibile prevederli in modo deterministico. Ma stiamo analizzando tutti i dati” – ha affermato, in un’intervista a Fanpage, il direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Ingv, Mauro Antonio Di Vito.

Una situazione che va costantemente monitorata.

Impostazioni privacy