Oscar 2023: arriva lo special team di gestione crisi

Oscar 2023: si cambia! Per evitare che si verifichino nuovi episodi incresciosi, come quello dell’ormai celeberrimo schiaffo di Will Smith a Chris Rock, l’Academy ha deciso di creare un team di gestione delle crisi.

Il prossimo 12 marzo, nell’iconico Dolby Theatre di Los Angeles verranno assegnate le statuette più famose ed ambite del mondo. Ma per evitare guai è stata messa in piedi una squadra per la gestione delle crisi.

Quella degli Academy Awards (gli Oscar) è probabilmente la cerimonia di premiazione più famosa, seguita e chiacchierata al mondo. Almeno per quanto riguarda il mondo dello spettacolo. Proprio per questo ogni cosa deve essere perfetta, ogni particolare curato maniacalmente e bisogna essere bravi a gestire qualunque tipo di crisi. Da quest’anno gli organizzatori avranno un’arma in più per poter fare tutto questo.

E’ stato proprio il CEO dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, Bill Kramer a confermare che da quest’anno ci sarà un team dedicato alla gestione degli imprevisti. In effetti lo scorso anno, dopo lo schiaffo di Will Smith a Chris Roch, il Presidente dell’Academy Janet Yang ebbe da obiettare che nel dietro le quinte non si fu abbastanza repentini nell’intervenire. Ed allora ecco che nasce una mini task force atta a vigilare su tutto e tutti ed addestrata a prevenire e/o ad intervenire su ogni tipo di situazione, anche la più impensabile.

Lo schiaffo

I fatti che hanno portato alla creazione del team anticrisi risalgono alla cerimonia di premiazione degli Oscar 2022. Il presentatore della serata era l’attore Chris Rock. Questi, noto al pubblico per essere un tipo spiritoso e sempre con la battuta pronta, ebbe l’improvvida idea di prendere in giro Jada Pinkett Smith, moglie di Will, su un suo problema di salute. La bellissima attrice è infatti affetta da alopecia ed ha la testa totalmente calva.

Questa battuta, oggettivamente di cattivo gusto, ha suscitato le ire di Smith che si è fiondato sul palco ed ha colpito con uno schiaffo al volto il conduttore. Chiaramente il gesto non è rimasto impunito: Smith è stato bandito per 10 anni dalle cerimonie di premiazione degli Academy Awards ed ha perso molti contratti di lavoro.

Premio Oscar. Foto Web Source

Gli Oscar 2023

La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 12 Marzo a Los Angeles. A presentare sarà Jimmy Kimmel. Decisamente marginale la presenza dell’Italia che è in lizza soltanto per il premio al Miglior cortometraggio con “Le Pupille” di Alice Rohrwacker.

Infine una piccola curiosità: sapevate che il nome ufficiale delle statuette non è Oscar ma Academy Award of Merit? E’ mistero sul perché questi premi abbiano assunto ad un certo punto anche il nome Oscar. Leggenda vuole che sia stata Margaret Herrick, un’impiegata dell’ Academy Motion Picture Arts and Sciences, a dargli quel nome poiché, guardando la statuetta, pare abbia esclamato “assomiglia proprio a mio zio Oscar!”

Impostazioni privacy