Maltempo, ancora danni ed evacuazioni al Centro ed al Sud

Continua la preoccupazione per il maltempo in tutta Italia. Un vortice di pioggia e temporali sta flagellando tutte le regioni del nostro Paese, da Nord a Sud.

Sono diverse le regioni che, anche oggi, sono state allertate dalla protezione civile, alcune di queste sono addirittura in allerta rossa. Situazione d’allarme nelle zone alluvionate sia delle Marche che dell’Emilia Romagna.

Maltempo: danni ed evacuazioni al Centro ed al Sud
Bomba d’acqua in Sicilia – photo web source

Ma qual è l’opinione degli esperti circa questi fenomeni estremi che stiamo vivendo, nel pieno del mese di maggio?

Maltempo: allerte rosse ed arancioni

Lo ripetiamo: più che il mese di maggio, sembra quello di novembre. Mai tanta pioggia, e per così tanti giorni consecutivi, si era vista nel solo mese di maggio. Stando a quanto affermano gli esperti, la situazione tenderà a protrarsi ancora per altri 10 giorni e, con molta probabilità, anche per il mese di giugno. Il terreno non riesce più a mantenere quantitativi di acqua così eccessivi e il rischio di frane è sempre più elevato.

Emilia Romagna e Sicilia, come la giornata di ieri, sono le due regioni che la Protezione Civile, per la giornata di oggi ha classificato con l’allerta rossa. Ma ci sono anche regioni, come il Molise e la Campania dove l’allerta invece è di colore arancione. Sembrano situazioni estreme per il nostro paese, eppure stanno accadendo.

Un invito a tutta la popolazione dell’Emilia-Romagna ad essere vigile. Perché, in questo momento abbiamo molte fragilità sul nostro territorio, con una pioggia che non ci abbandona ormai da dieci giorni e che tornerà a cadere” – a parlare è Irene Priolo, vicepresidente della Regione con delega alla Protezione civile.

Flagellata è anche la costa del Molise, in particolare Termoli e Campomarino, in provincia di Campobasso. Tanti sono stati gli interventi dei Vigili del Fuoco, con le idrovore, per liberare cantine, sottopassi…perché, in sole 24 ore, sono caduti più di 60 millimetri di pioggia.

Maltempo: danni ed evacuazioni al Centro ed al Sud
Campi allagati in Emilia Romagna – photo web source

Emilia Romagna, Molise, Sicilia e Campania le regioni sorvegliate speciali

Situazione molto più pericolosa e critica è in Emilia Romagna, dove è scattata, come dicevamo, l’allerta rossa. A Rimini è stata emessa per criticità idraulica e idrogeologica, mentre un’allerta gialla è stata emessa per criticità del vento, stato del mare e costiera. Nuovamente chiuse le scuole e tutti i servizi educativi, quanto anche le palestre e i centri per gli anziani.

Il maltempo tocca anche il Sud Italia, tanto che, nella città di Palermo, sono stati chiusi i cimiteri al pubblico sino a venerdì. Anche in Campania, oggi, l’allerta meteo di colore arancione è scattata, sia per il forte vento che si sta abbattendo sulla regione, quanto anche per le piogge forti intermittenti che sono previste.

Sorvegliato speciale, in ultimo, nuovamente, il fiume Misa che attraversa la città di Senigallia, nelle Marche, anche qui teatro di un’alluvione avvenuta nello scorso mese di settembre 2022. Ma cosa sta succedendo al clima?

Una vera e propria ciclogenesi esplosiva” – a dichiararlo è Mario Giuliacci, annunciando che le piogge, quanto anche il vento forte, non abbandoneranno ancora il nostro Paese. “Questa area di bassa pressione verrà alimentata da masse d’aria più fredde in quota, portando diffuso maltempo per tutta la settimana. Si avranno precipitazioni abbondanti, anche dei veri e propri nubifragi e violenti colpi di vento” – ha spiegato.

Insomma. Ombrelli a portata di mano ancora per molto.

Impostazioni privacy