Viaggiare per l’Italia | L’isola che non conosci

L’Italia è il paese più bello al mondo ma, molto spesso, siamo noi stessi suoi cittadini a non conoscerla pienamente e a fondo.

Preferiamo viaggiare all’estero senza conoscere, poi, le meraviglie del nostro territorio. Per questo, abbiamo deciso di accompagnarvi in questo piccolo “viaggio” alla scoperta di alcune isole sconosciute ai più.

Viaggi, l’Italia delle isole che non conosci
L’isola di Capraia – photo web source

Tre piccole perle dei nostri mari che vale la pena di visitare almeno una volta nella vita. Vediamo insieme quali sono.

Un’isola incontaminata

Quanto conosci l’Italia? No, non rispondiamo con un precipitoso: “Sì, abbastanza”, perché se ci pensiamo, in fondo non è così. L’Italia è il paese più bello al mondo ma, molto spesso, sono i suoi stessi cittadini a non conoscerla in ogni suo lato ed aspetto.

Non ci credete? Per questo, abbiamo deciso di accompagnarvi in una sorta di viaggio virtuale, alla scoperta di alcune nostre isole che, forse, conoscete solo di nome, ma non di fama e che vale la pena visitare almeno una volta nella vita. Perciò, vi consigliamo, se non avete ancora scelto la meta della vostra prossima vacanza, di selezionarla fra quelle che stiamo per proporvi.

Partiamo con l’isola di Capraia, quella situata più a nord dell’arcipelago toscano, quasi di fronte alla Corsica. Un’isola abitata sin dalle sue origini, prima dai Greci e poi dai Romani. Il suo nome deriverebbe dalla presenza di capre selvatiche nell’isola, ma secondo un’altra ipotesi il toponimo deriverebbe da un tema mediterraneo “karpa” con il significato di «roccia».

Un paesaggio vulcanico, ricco di storia e di natura. L’esperienza principe da fare su questa isola è quella di dormire nelle case costruite con tecniche architettoniche che le mantengono fresche anche d’estate.

Viaggi, l’Italia delle isole che non conosci
L’isola di Pianosa – photo web source

Da Capraia a Pianosa, passando per Linosa

A questa, fa seguito l’isola di Pianosa. Anche lei, facente parte dell’arcipelago toscano, si trova al lato opposto di Capraia, a sud dell’isola d’Elba. L’isola fu abitata sin dall’epoca preistorica; le più antiche tracce di presenza umana sono attribuibili al Paleolitico superiore. Un’isola il cui nome significa “ciò che è piatto”, così come la definirono i Romani, poiché non ha colline o montagne al suo interno ma un territorio completamente pianeggiante.

Alcuni giacimenti archeologici subacquei testimoniano che Pianosa si trovava inserita nelle rotte commerciali del Mediterraneo romano, come del resto le altre isole dell’Arcipelago Toscano, che costituivano un importante crocevia nella navigazione dei settori occidentali della grande «via d’acqua».

Ha ospitato un carcere di massima sicurezza ma, con la chiusura della struttura, l’isola è stata restituita a un turismo prudente in questa riserva naturale, ridonandole una bellezza ed una libertà ritrovata.

Isole che non conosci
L’isola di Linosa – photo web source

Ci trasferiamo al Sud e, precisamente, sull’isola di Linosa che fa parte dell’arcipelago delle Pelagie, in Sicilia. Nell’antichità essa fu rifugio per coloro che solcavano il Mare nostrum: è certo che i Romani la utilizzarono durante le guerre puniche come base per riposarsi e rinfocillarsi. La sua posizione è rivelatrice: molto a sud della Sicilia, sopra Lampedusa, quasi a metà tra Malta e l’Africa.

È uno dei posti prediletti dalle tartarughe per depositare le loro uova.