Arriva l’ultimo disco dei Beatles | Anche John Lennon nella reunion artificiale

Sir Paul McCartney ha annunciato che entro la fine del 2023 verrà pubblicato un nuovo album del Beatles. E ci sarà anche John Lennon. 

Beatles. Foto Web Source

McCartney lo ha definito “l’ultimo disco dei Beatles”. Ma come è possibile che i 4 di Liverpool siano tornati insieme?

L’ultimo album

Recentemente Sir Paul McCartney ha dichiarato ai media britannici che è in lavorazione “l’ultimo album” dei Beatles. Ed ha dichiarato che in questo album, che uscirà entro la fine del 2023 e che conterrà sicuramente la versione definitiva di “Now and Then” si potrà sentire nuovamente la voce di John Lennon. Ma come sarà possibile tutto questo? In sintesi: Intelligenza Artificiale!

Di nuovo insieme

Dunque grazie all’Intelligenza Artificiale i 4 di Liverpool torneranno insieme. Tema molto divisivo quello delle cosiddette “AI”. C’è chi pensa che siano il male assoluto, che a causa di esse molti mestieri (e, restando in ambito artistico, il primo mestiere a rischio è quello dei doppiatori ma non è che cantanti, autori di testi e musicisti siano poi così al sicuro) non esisteranno più. Ma se poi pensiamo ad operazioni come quella che ora vi racconteremo nel dettaglio, se pensiamo che l’utilizzo di queste nuove tecnologie può far “tornare in vita” una leggenda della musica, sebbene soltanto con la sua voce, allora, forse, tanto negativa l’innovazione tecnologica non è.

Now and Then

Ma in cosa consiste questa operazione di ritorno alla vita? Come sarà utilizzata l’AI? E’ presto detto: come noto Lennon lasciò diverse registrazioni di brani iniziati e, purtroppo, mai portati a termine. Uno su tutti: Now and Then che è una canzone che Lennon iniziò ad abbozzare nel 1978.

John e Yoko. Foto Web Source

La canzone, negli anni, divenne il chiodo fisso di McCartney che per molto tempo ha cercato di terminarla e di pubblicarla come canzone di reunion del gruppo. Il brano è una canzone d’amore e di perdono scritta da John per la sua amatissima Yoko. John, che fu ucciso nel 1980, riuscì a scrivere ed incidere soltanto un ritornello, non vi era alcuna traccia di strofe. Ed inoltre il nastro su cui questo ritornello era stato inciso presenta un audio fortemente disturbato dal ronzio dei circuiti elettrici dell’appartamento in cui Lennon viveva.

Nel corso del tempo più volte si è cercato di proporre questo brano. Ci avevano lavorato già nel 1995 e nel 2009, con risultati però non di alta qualità. Grazie alle nuove tecnologie i rumori di fondo sono stati eliminati e la voce di John è tornata in vita.

 

 

E tu? Conoscevi la PID Theory? Clicca QUI

Impostazioni privacy