É il piatto più antico della storia | Eppure lo mangiamo ancora oggi

Di sicuro lo avrai mangiato almeno una volta. Non ci crederai mai ma il connubio dolce/salato più famoso d’Italia ha origini antichissime. 

Prosciutto e melone

Due ingredienti semplici per un connubio fresco e gustoso.

Piatto amato dagli antichi

Ebbene si: prosciutto e melone è un piatto storico! Ad inventarselo, pare, Galeno. Il celebre medico romano, ispiratore della parola galenica, cioè l’arte di preparare i farmaci, pare lo considerasse il connubio perfetto. Semplificando moltissimo il suo pensiero Galeno riteneva che l’uomo in buona salute fosse quello che riusciva a tenere in equilibrio nel suo copro 4 elementicaldo e freddo, secco e umido. Galeno riteneva poi che la salute della persona passasse attraverso la sua alimentazione. Il melone è freddo ed umido, il prosciutto caldo e secco.

Prosciutto e Melone. Foto Web Source

Anche durante il Medioevo si consumavano insieme il prosciutto ed il melone. Il motivo però è particolare: in quel periodo storico, infatti, i meloni facevano molta fatica a maturare, per questo motivo restavano un po’ aciduli e, per molti, erano addirittura considerati pericolosi per la salute. La credenza che andava per la maggiore riteneva che mangiando il melone insieme al prosciutto, proprio il prosciutto aiutasse a digerire meglio il melone. Nel corso dei secoli questo piatto è andato un po’ nel dimenticatoio per poi ritornare in tutto il suo splendore nella seconda metà del Novecento.

Due ingredienti tanto gusto

Si fa presto a dire “Prosciutto e Melone”: ma quale melone e quale prosciutto scegliere? Per quanto riguarda il melone deve essere un cantalupo. Il melone cantalupo, per chi non lo conoscesse, è un melone non eccessivamente grande e dalla polpa di un bel arancione acceso. Nato non si sa bene quando e non si sa bene dove (si propende per la Persia o anche per il Nord Africa) di sicuro già nel V secolo a.C. gli egizi lo esportavano. Arrivò in Italia nel I secolo a.C. ma assunse il nome Cantalupo nel XII secolo d.C. dall’omonima cittadina laziale dove esisteva un castello pontificio.

 

Melone cantalupo. Foto Web Source

Quanto al prosciutto deve essere crudo e tagliato molto sottilmente. E’ preferibile non usare un prosciutto troppo secco. Quanto alla composizione del piatto puoi davvero sbizzarrirti. Se non hai tempo, o non sei molto creativo puoi semplicemente tagliare a fette il melone e adagiarci sopra le fette di prosciutto. Oppure puoi creare degli involtini (avvolgere il melone col prosciutto).