Bonus patente 2023: a chi spetta e come richiederlo

Il bonus patente 2023, istituito dal precedente governo Draghi, è ancora in vigore. Fino al 2026, infatti, i giovani dai 18 ai 35 anni potranno ricorrere a questo contributo.

Nei giorni scorsi, del resto, il MIt, ossia il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ha provveduto a sbloccare ulteriori fondi a copertura.

bonus patente

Lo stanziamento degli ulteriori 575.000 euro, per il solo 2023, garantisce, infatti, la copertura di tutte le domande arrivate per poter usufruire di questo bonus.

Bonus patente 2023 perché devi sbrigarti

L’ulteriore stanziamento di fondi si era reso necessario, proprio, per coprire tutte le domande arrivate. Si tratta di circa 230 buoni patente sospesi per mancanza di fondi disponibili. Con l’intervento del Ministero dei Trasporti si è garantita la copertura necessaria per far fronte a tutte le richieste pervenute.

Per i giovani dai 18 anni fino ai 35 anni, infatti, sarà così possibile fino al 2026 poter richiedere ed usufruire di un bonus per le patenti. Il bonus, infatti, copre le spese per le patenti più costose. Con il Governo draghi, in particolare, con il decreto del 30 giugno 2022, il Mit ha messo a disposizione fondi per far fronte alle spese delle patenti più costose.

Con questo aiuto economico, infatti, si incentiva al formazione di nuovi conducenti per il settore dell’autotrasporto. Dal 1 luglio al 31 dicembre 2026, infatti, i giovani di età compresa dai 18 ai 35 anni, potranno, grazie a questo contributo, far fronte a spese per il conseguimento di titoli di guida professionali.

bonus patente 2023

Il bonus patente 2023, in particolare, serve a coprire i costi relativi all’ottenimento di particolari abilitazioni di guida come, ad esempio, l’abilitazione per il trasporto di merci e di persone su strada, la cosiddetta Carta di Qualificazione del Conducente.

Ecco come richiedere il contributo

Per i giovani, quindi, con una spesa accessibile sarà possibile conseguire la CQC ed inserirsi nel mondo del lavoro relativo ai trasporti sia di merce come autocarri, camion etc. che di persone come, ad esempio, autobus.

Il bonus, naturalmente, viene erogato sotto forma di voucher. Il valore massimale di questo contributo è di 2.500 euro. Questo significa che si ha la possibilità di ottenere fino all’80% delle spese e dei costi sostenuti per conseguire patenti professionali.

Il bonus patente 2023 (o quello per gli anni a venire) dovrà essere richiesto. C’è bisogno, infatti, di una vera e propria domanda da presentare online sull’apposita piattaforma dedicata del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Le domande vengono prese in considerazione in ordine cronologico. Ogni anno, infatti, vengono destinati dei fondi a questo bonus e si procede all’erogazione fino ad esaurimento fondi.

Bisogna, quindi, sbrigarsi, anche se quest’anno grazie all’ulteriore stanziamento di fondi, tutte le domande sono state accolte. Questo bonus può essere richiesto una sola volta e speso, ovviamente, solo per il conseguimento delle patenti. Una volta accolta la domanda si avranno 60 giorni per finalizzare l’attivazione presso una autoscuola accreditata per il conseguimento della patente professionale. Il bonus decade, viene cioè annullato, se non speso entro i 60 giorni successivi alla sua erogazione.