Attenzione al colore del tuo Whatsapp | Così ti stanno svuotando il conto

Se ti è arrivato un messaggio che ti propone di passare ad una nuova versione di WhatsApp non scaricare nulla! E’ pericolosissimo!

Truffa Whatsapp
Photo Freepik Premium

Ciclicamente torna in voga la leggenda del WhatsApp Rosa. Stanne alla larga!

Quante truffe su WhatsApp!

In principio fu il “dal giorno X WhatsApp diventerà a pagamento“, poi fu la volta del “invia questo messaggio ai tuoi contatti per dimostrare che sei un utente che usa molto whatsapp. Fatto questo il logo diventerà rosso“. Ora, in verità da un paio di anni, sta circolando una sedicente nuova versione di WhatsApp: WhatsApp Rosa.

La differenza tra le prime due cose e la terza è che le prime sono innocue scemenze e catene di Sant’Antonio la terza è una truffa che serve a rubare dati sensibili. Se ti dovesse mai arrivare il messaggio che ti invita a scaricare questo fantomatico WhatsApp Rosa non farlo!

WhatsApp rosa? No grazie

Come dicevo un giorno all’improvviso ti ritrovi un SMS sul cellulare che ti invita a passare alla versione Pink di WhatsApp per ottenere delle funzioni aggiuntive. Gasatissimo per la cosa clicchi sul link che ti rimanda ad un sito (perché, no, questa app non la troverai mai sugli store ufficiali), scarichi la app e…niente. Non succede assolutamente niente ed, anzi, l’icona della nuova app scompare dal tuo smartphone. E con essa anche la sicurezza del tuo cellulare che, da questo momento, sarà posseduto da un virus molto insidioso.

Logo WhatsApp rosa. Foto Web Source

Questo virus innanzitutto ruba tutta la tua lista contatti per auto diffondersi. La prima cosa che il virus farà, infatti, sarà inviare a tutta la tua rubrica lo stesso messaggio esca che ha convinto te a scaricarlo. Nel mentre il virus ruberà tutte le informazioni contenute nel tuo smartphone, ivi compresi i dati delle carte di debito o di credito che avrai registrate. Se i livelli di protezione delle tue carte non sono elevati dunque questo virus ti prosciugherà i conti.

Come proteggersi da questa truffa

Come proteggersi è semplice in realtà. Ogni volta che c’è una novità Meta (la creatura di Mark Zuckerberg che, tra le altre cose, gestisce WhatsApp) pubblica delle WhatsApp stories (il cosiddetto Stato di WhatsApp) in cui le annuncia e le spiega abbondantemente. Così è stato per l’introduzione delle nuove emoji, così è stato per l’idea (a mio avviso geniale!) dei vocali da pubblicare come stati, così è stato per l’introduzione delle chat segrete.

Se fosse stata introdotta una nuova appendice di WhatsApp i primi a parlarne sarebbero stati quelli di Meta. Insomma per proteggersi basta affidarsi ai canali ufficiali.

E vogliamo parlare della truffa del corriere? Se vuoi sapere come proteggerti clicca QUI

Impostazioni privacy