Stop ai bagni in mare nella straordinaria località | Turisti sbigottiti, ecco cosa c’è nell’acqua

C’è qualcosa nell’acqua: stop ai bagni in mare nella splendida località. A notare la strana presenza in acqua un uomo mentre faceva il bagno a 10 metri dalla riva.

E’ accaduto a Genova con la spiaggia molto affollata, viste le vacanze estive e la settimana di ferragosto alle porte, tutti sbigottiti hanno dovuto prontamente allontanarsi.

Ordigno in mare
Stop ai bagni in mare: zona interdetta

L’incredibile scoperta ha richiamato, immediatamente, la Capitaneria di Porto, i Vigili del fuoco ed i sommozzatori. Evacuati, immediatamente, i bagnanti dal mare e dalla spiaggia.

Scoperto da un uomo mentre faceva il bagno

Una normale giornata di vacanza, al mare, quando improvvisamente tutto è cambiato. La spiaggia di Nervi piena di persone che, ignare, si godevano la giornata, famiglie con bambini, coppie di fidanzati tutti presi dalla solita routine della spiaggia. Si prende il sole, si chiacchiera, magari c’è chi gioca sotto l’ombrellone e, poi, si fa il bagno in mare per trovare refrigerio ed affrontare, così, il resto della giornata.

Una classica e spensierata giornata estiva, insomma, prima dello sconcertante avvistamento. Proprio mentre un uomo, evidentemente, anche lui impegnato a godersi la giornata di mare, ha deciso di tuffarsi in acqua per trovare refrigerio nelle acque fresche e farsi una bella nuotata rigenerante, ha scovato quello che si è rivelata essere una scoperta incredibile quanto pericolosa.

stop ai bagni in mare

Sono bastate poche bracciate per condurre l’uomo nel tratto di mare nei pressi della spiaggia di Caprafico, a ovest del porticciolo di Nervi, uno sguardo sott’acqua sul fondale marino ed è subito scattato l’allarme. L’uomo prontamente e, stavolta con molta fretta diversamente da quando si era tuffato, è tornato sula spiaggia richiamando l’attenzione dei bagnanti e allertando le forze dell’ordine in particolare la Capitaneria di porto.

Stop ai bagni in mare: forze dell’ordine e Capitaneria in azione

Accorsi sul luogo i Vigili del Fuoco e gli uomini della Capitaneria con i sommozzatori, dopo un rapido sopralluogo nel punto indicato dalla persona che aveva fatto la scoperta hanno, immediatamente, fatto allontanare tutti dall’acqua. Stop ai bagni in mare ma non solo. L’intera zona è stata evacuata, interdetti lido e balneazione.

A pochi metri dalla costa, sul fondale marino, giace un ordigno bellico inesploso. In tutta fretta, senza mostrare nessun dubbio a riguardo, quindi, si è optato per evacuare l’intera zona. Un tratto di costa, insomma, dove al momento non è possibile fare il bagno né sostare sulla spiaggia. A decidere il da farsi ed adottare la misura drastica, sono stati il funzionario di guardia dei vigili del fuoco di concerto con la Capitaneria di Porto e la Polizia.

Al momento sul posto, infatti, è accorsa sia la Polizia di stato che la polizia locale e si stanno mettendo in atto tutte le procedure previste per situazioni come queste. Bisognerà, evidentemente, prima identificare il tipo di ordigno e la sua potenza per poi decidere sul come attivarsi per farlo brillare sul posto o per rimuoverlo in maniera sicura e trasportarlo altrove.