Promo Netflix | Attenzione alla truffa nascosta

Negli ultimi mesi si sono moltiplicate le truffe online. E dopo Poste Italiane e vari istituti di credito ora tocca a Netflix. 

Netflix su smartphone. Foto Web Source

Vi spieghiamo in che consiste la nuova truffa e come difendersi.

La più famosa piattaforma streaming

Per i pochissimi che ancora non la conoscessero spieghiamo che Netflix è, “semplicemente”, una delle più famose piattaforme di streaming del mondo. Registrando un proprio account e pagando un abbonamento mensile è possibile ad accedere ad un catalogo che contiene migliaia di titoli divisi per categoria: dai cartoni animati agli horror, dalle serie TV per teenager ai documentari.

Guardando serie tv. Foto Web Source

Non tutti sanno che Netflix nacque come servizio di noleggio DVD e che già questa fu un’idea rivoluzionaria. L’azienda, infatti, nacque nel 1997 quando i DVD erano ancora molto poco diffusi. L’idea era quella di far sottoscrivere degli abbonamenti agli utenti e di consegnare loro a domicilio i DVD che desideravano. Col passare del tempo e l’avvento dello streaming l’azienda si rinnova e mette online il suo primo catalogo. Tra l’altro col tempo inizia anche a produrre film e serie TV (vi dice niente “Stranger Things“?). Oggi è un’azienda dal fatturato miliardario e con decine di milioni di utenti in tutto il mondo.

In cosa consiste la truffa

Ma in cosa consiste la truffa? Ebbene al contrario di molte altre, assai meglio elaborate, questa è proprio la classica truffa che si scopre in un battibaleno. Perché consiste in un banalissimo messaggio inviato o via mail o via SMS che informa l’utente che l’account Netflix è stato bloccato poiché l’abbonamento è scaduto. Subito dopo il messaggio il classico link truffaldino. Cliccando sul link si accede ad una pagina quasi identica all’originale nella quale, ovvio, si chiede di reinserire i nostri dati sensibili, ivi compreso l’ IBAN del nostro conto. Ovviamente facendo questo il truffatore non solo si succhierà tutto il nostro denaro ma avrà a disposizione tutti i nostri dati sensibili che gli saranno utilissimi per mettere in atto ulteriori truffe.

Come difendersi

In realtà questa è una truffa alquanto banale e riconoscibilissima. Innanzitutto perché ormai l’utente medio è abituato a ricevere quasi giornalmente tentativi di truffa. E poi perché cliccando sul link si accede ad una schermata che è molto simile ma non identica all’originale. Ad ogni modo andiamo per gradi: se, una volta arrivato il messaggio, cliccate sul link al 99% non vi è ancora successo nulla di irreparabile.

Hacker in front of his computer

Questo perché sono pochissimi e molto elaborati i virus che prelevano dati e denaro semplicemente cliccando su un link. Arrivati alla schermata prima di scrivere compulsivamente i vostri dati fate un respiro profondo ed iniziate a pensare: ma il mio abbonamento è effettivamente scaduto? Ma la piattaforma non dovrebbe averli già i miei dati? E infine osservate bene la schermata, noterete imperfezioni sia nella grafica che nel contenuto. Facile scovare una truffa, purché ci si pensi giusto un secondo in più!