Cedolino INPS: tutte le novità di settembre cosa cambia e quali bonus arrivano

Settembre oramai è arrivato ed inizia con ben tre novità per chi riceve il cedolino INPS. Si tratta di vere e proprie opportunità di cui poter approfittare.

Si parte col botto da settembre 2023, tra novità, bonus e rimborsi da parte dell’Inps, si tratta di autentiche occasioni per cui ti consigliamo di leggere di seguito come non perderle.

Soldi pensione

Da qualche giorno i pensionati, infatti, stanno ritirando le proprie pensioni e sul cedolino troveranno una serie di novità alle quali prestare attenzione.

Imperdibili novità tra bonus e aumenti

Dando uno sguardo al cedolino INPS, infatti, ci si troverà dinanzi a delle novità, non ci riferiamo esclusivamente ai canonici rimborsi del 730 o agli arretrati della quattordicesima di luglio. Quest’anno le novità sono davvero degne di questo nome e sono almeno tre da seguire con attenzione.

Una cosa da non lasciarsi sfuggire, guardando il cedolino di settembre, è sicuramente l’aumento per le pensioni minime, assicuratevi di aver ricevuto il giusto, quindi, prima di dedicarvi alle altre novità.

Stiamo parlando di tre bonus che avranno lo scopo di sostenere categorie più deboli per aiutarle ad arrivare a fine mese. La pandemia che ci ha segnati da un punto di vista economico, oltre che psicologico, la crisi ed il caro vita a seguito della guerra russo-ucraina, hanno finito con incidere di molto sull’economia delle famiglie.

Ecco che da qualche anno, da qualche mese a questa parte i governi che si sono susseguiti tentano di mettere in campo misure e bonus per dare una mano alla parte più debole della società.

Bonus in arrivo per chi riceve il cedolino INPS

La benzina, anzi il caro benzina, incide molto sull’economia di una famiglia, non potendo eliminare le accise, in mancanza di un intervento strutturale che possa calmierare i prezzi per tutti, il Governo si interroga su come riuscire, almeno, a dare una mano a chi è più in difficoltà.

Si sta parlando, in queste ore, del bonus benzina che andrebbe, a questo punto, esteso anche a singole persone o nuclei familiari in difficoltà. L’ipotesi presentata dal Ministero delle Imprese di cui Urso è titolare, prevede un contributo di 150 euro per chi ha un reddito inferiore ai 25mila euro l’anno.

Cedolino INPS

L’ulteriore novità, sempre in tema trasporti, sarebbe il cosiddetto bonus trasporti appunto. Una misura, questa, nata nel 2022 contenuta nel decreto Aiuti. Si tratta di 60 euro a disposizione di studenti, lavoratori, pensionati, per sottoscrivere abbonamenti mensili o annuali. La finalità è sempre quella di agevolare chi è in difficoltà consentendogli comunque di spostarsi, seppur mediante l’ausilio di mezzi pubblici, senza incidere troppo sull’economia familiare già messa a dura prova.

Il Governo ha stanziato ben 100 milioni di euro ed i 60 euro potranno essere erogati a chi nel 2022 aveva un reddito inferiore ai 20mila euro.

Per chi riceve il cedolino INPS, insomma, si tratta di tenere gli occhi ben aperti e monitorare la situazione in maniera tale da non lasciarsi sfuggire nessuna di queste opportunità. Tra le varie novità, infatti, la più ghiotta è forse l’ultima riguardante le carte spesa.

Settembre, infatti, sarà il mese di una ulteriore distribuzione. Questo sarà possibile grazie al fatto che molte carte non sono state ritirate, per cui ci si trova dinanzi ad un autentico avanzo che verrà messo a disposizione scivolando le graduatorie. In 638 Comuni italiani saranno, dunque, 5000 le carte spesa da distribuire tra gli aventi diritto.