Mussolini torna a far parlare di sé | Ecco dov’è comparsa la sua immagine

Un’effige che fa tornare alla memoria uno dei momenti più brutti della storia del nostro Paese. Ma, nonostante tutto, viene stampata su degli scontrini fiscali.

L’immagine di Mussolini viene riportata sugli scontrini di un bar di Cerea, in provincia di Verona. La titolare, non contenta, ha cercato anche di giustificare il motivo per cui l’ha fatto.

Scontrino con Mussolini
Benito Mussolini – photo web source

Se da un lato sono immediatamente scattate le polemiche, dall’altro, invece, il bar sta incrementando la sua pubblicità. Vediamo insieme cosa è successo nel dettaglio.

Una storia incredibile

Sembrava una cosa molto molto limitata, anche se in realtà non doveva proprio succedere, ma invece nulla è stato lasciato al caso. Uno dei peridi più brutti della storia d’Italia sta inesorabilmente, in diverse maniere e modi, tornando alla ribalta. Stiamo parlando del periodo fascista e di tutto ciò che concerne immagini e figure che rievocano il Duce.

L’ultima, anche se di trovata pubblicitaria non si tratta, è quella dello stampare l’immagine di Mussolini sugli scontrini fiscali. È ciò che succede in un bar di Cerea, in provincia di Verona. Chi è titolare di quell’esercizio commerciale, infatti, non nasconde le sue simpatie fasciste, ma è da tener presente che non si tratta di una storia nuova.

Già nel 2014, il locale era finito sotto i riflettori perché nello scontrino rilasciato ai clienti, come firma del bar, figurava un’effige di Benito Mussolini. Nuovamente in gioco, la polemica è tornata dopo che i clienti del bar hanno postato sui vari social proprio lo scontrino con l’effige del Duce. All’inizio, stando a quanto riferito, tale immagine compariva soltanto sugli scontrini stampati ed emessi nel mese di ottobre, in “ricordo” della marcia su Roma.

Mussolini torna a far parlare di se | E lo fa sugli scontrini fiscali
Scontrino con Mussolini – photo: ansa.it

Il Duce sugli scontrini fiscali

Vedendo che, poi, piano piano, nessuno più di tanto si accorgeva di quella fotografia, né chiedeva tantomeno di rimuoverla, Mussolini è diventato un pò il simbolo, a tutti gli effetti la firma ufficiale di quel bar.

Il titolare del bar, il “Bar Armando”, a quanto pare, non è deciso a fare marcia indietro sulla sua scelta. In un’intervista, la figlia, che è anche lei titolare del bar insieme ai suoi genitori, ha così dichiarato: “Non ero nemmeno nata quando c’era il Fascismo, ma credo che quanto fatto da Mussolini, al di là di orrori come le leggi razziali, sia stato assolutamente positivo per l’Italia. Io non cambio i miei ideali.

E continua: “Non nascondo i miei ideali, ne vado orgogliosa. Sarebbe meglio che la gente si preoccupasse di quel comunista di Vladimir Putin e dei danni che ha fatto in Russia e in tutto il mondo con la guerra in Ucraina, invece di venire a far polemica per uno scontrino. Con questa polemica mi farò solo pubblicità” – conclude la donna.