Il cambio della guardia tra i Capitani Reggenti è vicino

Come da tradizione a San Marino il primo ottobre è un giorno importante dal punto di vista politico. Ecco i nomi dei successori.

Capitani Reggenti semestre Ott 23/Apr 24
Filippo Tamagnini e Gaetano Troina

Come noto ad Aprile e ad Ottobre si rinnova l’antichissima tradizione del cambio dei Capitani Reggenti.

Cambio al vertice

Come da tradizione anche il prossimo primo ottobre si rinnoverà la consuetudine del cambio dei Capitani Reggenti. Negli scorsi giorni si è stabilito che a reggere la repubblica del titano saranno Filippo Tamagnini del Partito Democratico Cristiano Sammarinese e Gaetano Troina di Domani Motus Liberi. Resteranno in carica dal Primo Ottobre 2023 al Primo Aprile 2024. Per Troina sarà la prima reggenza per Tamagnini la seconda.

Chi sono i nuovi Capitani

Sono ovviamente entrambi nati a San Marino (uno dei requisiti per diventare Capitano Reggente è proprio questo) ed hanno entrambi vite piuttosto impegnate. Gaetano Troina è un giovane Avvocato e Notaio Pubblico trentaseienne. E’ tra i fondatori di Domani Motus Liberi. Molto attivo anche nel mondo Scout tanto da essere da tempo Organizzatore e Formatore dei Capi. Ha anche scritto un libro, edito da Maretti Editore dal titolo “L’evoluzione della disciplina del matrimonio e della famiglia nella Repubblica di San Marino”.

Gaetano Troina

Filippo Tamagnini è un ingegnere anch’egli molto attivo in politica ed attività extra politiche. Innanzitutto è presidente della Cooperativa Culturale Il Sentiero, poi è Vice Presidente della A.V.S.I. che è una organizzazione non governativa che opera nel settore della promozione internazionale dello sviluppo dei popoli, attraverso progetti finanziati appositamente e condotti da personale volontario. Tamagnini inoltre è socio fondatore della Edu.co – Cooperativa per l’educazione, nata nel 2005 per promuovere la nascita di servizi prodotti e rivolti alle famiglie, dalla prima infanzia al periodo dell’istruzione.

Filippo Tamagnini

La tradizione dei Capitani Reggenti

Formale e molto affascinante è il rituale che annuncia la scelta dei nuovi Capitani. E’ una vera e propria cerimonia che anticipa quella dell’insediamento. Il Segretario agli Interni, che in questo frangente è Gian Nicola Berti, con accanto i Capi di Stato e cioè i Capitani Reggenti uscenti (che ora sono Adele Tonnini ed Alessandro Scarano) annuncia ufficialmente i nomi dei nuovi Capitani Reggenti. Fatto l’annuncio la banda militare intona l’Inno Nazionale.

San Marino – Photo web source

Già dal Basso Medioevo si stabilì che fosse equo affidare a due persone per volta la guida dello stato. Infatti fin dalle sue origini la figura del Capitano Reggente ha durata semestrale, dunque ogni sei mesi i vertici cambiano. Inizialmente i due Capitani amministravano solo la giustizia, poi presero ad occuparsi anche di amministrazione. E’ chiaramente una prassi che trae origine dalla tradizione consolare dell’antica Roma volta ad evitare l’accentramento del potere e a garantire un continuo ricambio ai vertici.