Da Roma a Pompei: la Storia in meno di due ore | Come nasce il successo di un “treno speciale”

Sembrava un qualcosa che doveva durare poco tempo, ed invece, a quanto pare e stando ai dati, è stato un successo.

Ad annunciare questo è stato il ministro della Cultura, Sangiuliano, che ha pienamente elogiato l’idea del treno Frecciarossa che collega Roma e Pompei.

Pompei in meno di due ore

Un servizio che non si ferma qui e che verrà prorogato, anche, per il prossimo 2024. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Il treno per Pompei

A molti sembrava una sciocchezza. E invece, stando a quanto riferiscono i dati, il treno Frecciarossa speciale che collega Roma e Pompei ha avuto un successo enorme e, a riferire i dati, è stato proprio il ministro della Cultura, Sangiuliano: “Dal 16 luglio ad oggi, infatti, più di 3mila passeggeri hanno scelto il Frecciarossa per visitare gli scavi di Pompei, con una media di oltre 300 viaggiatori ogni domenica” – ha dichiarato.

Numeri positivi che hanno così permesso al Gruppo di ferrovie dello Stato di prolungare, anche per il prossimo 2024, l’attivazione di questo treno speciale. Un treno che ha visto, per la prima volta, la collaborazione del Gruppo Ferrovie con il ministero della Cultura: “Siamo persone serie e facciamo le cose con gradualità, dopo una prima fase sperimentale abbiamo reso settimanale il collegamento e i fatti ci hanno dato ragione” – ha dichiarato il ministro.

E difatti, sono stati quasi 3000 i passeggeri che, dallo scorso 16 luglio, giorno di attivazione della prima corsa speciale di questo treno, ne hanno usufruito. Si è trattato circa di 300 persone a domenica in media. “Pompei è un unicum nella storia del mondo. Si tratta di un luogo che rappresenta la memoria non soltanto della nostra identità ma di tutta l’umanità. Oggi è diventato anche un modello di gestione e conservazione del patrimonio culturale” – ha continuato Sangiuliano.

Da Roma a Pompei in treno | Il successo di un treno speciale
Pompei – Photo web source

Il successo elogiato dal ministero della Cultura

Una tratta particolare, quale la Roma Termini – Napoli Centrale – Pompei che ha visto tantissimi turisti e non salire sul treno diretto agli scavi: “Un interesse che trova conferma anche nelle oltre 1000 prenotazioni per il mese di ottobre, compreso il tutto esaurito registrato oggi, domenica 15 ottobre” – scrive una nota del Ministero della Cultura.

Un risultato soddisfacente che ha permesso, così, il rinnovo della corsa anche con date speciali, quali quella del 1 novembre e dell’8 dicembre. Ogni domenica, il treno da Roma porterà chiunque si prenoti a Pompei e viceversa.

Tutte le domeniche un Frecciarossa 1000 parte da Roma Termini alle 8.53 e in meno di due ore, con fermata a Napoli Centrale, arriva a Pompei alle 10.40. Ad attendere i viaggiatori diretti agli scavi c’è il bus-navetta Pompei Link.

Un’esperienza da non perdere.