Greta Thunberg in manette: mondo ecologista in subbuglio | Ecco i motivi dell’inatteso arresto

Greta Thunberg l’attivista svedese, contro i mutamenti climatici, in arresto. La notizia che, in queste ore, sta facendo il giro del mondo e discutere il web. 

E’ il 17 ottobre a Londra c’è una conferenza internazionale su petrolio e gas, la classica iniziativa dove si radunano ambientalisti per manifestare il proprio dissenso.

Arresto Greta Thunberg
L’arresto a Londra di Greta Thunberg

Proprio qui durante la manifestazione di protesta, Greta Thunberg la ragazzina con le treccine che tutti abbiamo imparato a conoscere, viene portata via a forza dalla polizia.

Arresto Greta Thunberg a Londra a seguito di proteste

Nel Regno Unito si sta svolgendo, in queste ore, l’Energy Intelligence Forum. Si tratta di una conferenza alla quale partecipano i principali attori e rappresentanti dell’industria del petrolio. Martedì 17 ottobre un gruppo di manifestanti, alcune centinaia di attivisti che chiedono azioni concrete per fermare i mutamenti climatici, si radunano fuori l’Hotel dove si sta tenendo la conferenza.

Tra gli attivisti, non certo nuova a queste cose, c’è Greta Thunberg: la ragazzina svedese che in qualche modo ha messo in piedi il movimento per il climate change. La ragazzina con le treccine e la sindrome di Asperger che, in questi ultimi anni, è riuscita a mobilitare tantissimi suoi coetanei in tutto il mondo per accendere la sensibilità su quelli che sono i mutamenti climatici e tutti i rischi che ne derivano (ai quali in questi ultimi tempi stiamo anche assistendo).

I combustibili fossili sono il bersaglio di chi è impegnato a tutelare il nostro pianeta ed il clima. Che siano i combustibili fossili, del resto, una della cause principali di un clima che cambia e del surriscaldamento globale lo dice la scienza. La manifestazione di protesta, all’esterno dell’ Energy Intelligence Forum, era naturalmente una cosa aspettata e non di certo una sorpresa.

Greta Thunberg, in particolare, si era scagliata con forza, parlando con alcuni giornalisti, contro l’incontro tenutosi a porte chiuse. Bersaglio delle accise della Thunberg, poi, anche e gli accordi siglati tra i rappresentanti politici e i “lobbisti del distruttivo settore dei combustibili fossili”.

“Politici senza spina dorsale” e la polizia porta via di forza l’attivista svedese

Un fiume in piena, la ragazza svedese, durante la protesta, esortando i manifestanti a reclamare il potere si è rivolta nei confronti dei politici come “senza spina dorsale”. Ad incendiare gli animi dei manifestanti, più volte gridato durante la protesta, è stata la presidenza della COP28.

Greta Thunberg Londra
Greta Thunberg a Londra durante la protesta contro i mutamenti climatici

Si tratta della conferenza annuale delle Nazioni Unite, programmata per questo 2023 dal 30 novembre al 12 dicembre a Dubai, la cui presidenza affidata al sultano Ahmed Al Jaber, a capo del colosso statale petrolifero degli Emirati Arabi Uniti scatena l’ira degli ecologisti.

In questo clima acceso alcuni manifestanti hanno bloccato l’ingresso dell’Hotel InterContinental che ospitava l’evento. Per queste ragioni e, forse, per tentare di calmare animi che si stavano esasperando gli agenti di polizia hanno fermato 5 persone. Tra di loro, nemmeno a farlo apposta, l’attivista svedese Greta Thunberg portata via a forza e fatta salire sulla camionetta dalle forze dell’ordine.

L’accusa per i fermati è quella di aver bloccato il passaggio in una strada pubblica. Bisognerà attendere ora le prossime ore per capire come si chiuderà questa vicenda che, nel frattempo, sta facendo discutere tutto il web.

La manifestazione è stata organizzata dalla Ong ecologista Fossil Free London che, in un comunicato, ha puntato il dito contro i profitti record registrati lo scorso anno dalle aziende dell’oil & gas “reinvestiti direttamente nell’espansione dei combustibili fossili, e non nell’energia verde” come era stato promesso. Non si escludono nelle prossime ore manifestazioni o picchetti a sostegno della causa e di Greta Thunberg tra gli ecologisti.