Wangiri, lo squillo che ti prosciuga | Ecco proteggersi dalla nuova truffa

Se il sushi, la prelibatezza a tavola proveniente dal Giappone, vi sembra caro allora attenzione al Wangiri sui telefoni che potrebbe prosciugarvi il conto in banca.

Arriva dal Giappone, come il Sushi appunto, ma non è un nuovo piatto o una invenzione tecnologica, si tratta della truffa alla quale i malintenzionati ricorrono negli ultimi tempi.

truffe su telefoni

Era dal 2002 che questo tipo di truffa sembrava sparito dalla circolazione ma, purtroppo, nelle ultime settimane tantissimi sono state le vittime ed i conti diventati rossi.

Le truffe tramite i telefoni sono sempre e costantemente un rischio per tutti noi

Il Wangiri è una truffa telefonica, comunemente denominata anche la truffa svuota conto. Se non si presta molta attenzione, infatti, una volta caduto in questo tipo di truffa si può, veramente, rischiare di ritrovarsi il conto in rosso.

Per queste ragioni quando ricevi una chiamata da un numero che non conosci, anche se fisso, dovresti prestare molta attenzione, restare concentrato e con lucidità valutare il da farsi. Il mondo delle truffe online e di quelle telefoniche, purtroppo, è così. Una persona riceve una chiamata sul proprio cellulare e, immediatamente, nella sua mente devono scattare tutta una serie di meccanismi e di difese.

Una cosa davvero inconcepibile in un mondo normale ma, purtroppo, il web cela ancora questi rischi difficili da prevenire o da perseguire per cui, ebbene si, nel momento in cui ricevete una telefonata siete costretti ad una serie di valutazioni per non cadere nelle trappole dei malintenzionati truffatori.

La truffa di cui stiamo parlando, infatti, riguarda quello dello squillo senza risposta. Un episodio che potrebbe normalmente capitare durante la giornata di chiunque di noi che, però, potrebbe essere la truffa in agguato.

Lo squillo senza risposta, specie se da un numero fisso, ci porta di solito a richiamare per vedere chi è che ha provato a chiamarci riscontrando problemi di linea, ad esempio. Ebbene la truffa consiste proprio in questo.

Una volta richiamato il numero, dal quale ci stanno truffando, in automatico senza nessuna voce dall’altro lato partiranno scatti alla risposta e la sottoscrizione di abbonamenti. Il tutto, ovviamente, senza nessun riscontro da parte nostra. Gli abbonamenti sottoscritti in questo modo, a lungo andare, ma parliamo dell’ordine di giorni, potrebbero addirittura averci svuotato il conto.

Attenti al Wangiri l’ultimo ritrovato dei malintenzionati

Per questo è molto meglio prevenire e difendersi, piuttosto che correre ai ripari una volta subita la truffa. Prima di accorgerci di essere stati truffati e di ritrovarci con qualche abbonamento sottoscritto del quale, però, non sappiamo nulla, potrebbero essere ingenti le somme di denaro che, nel frattempo, ci sono state sottratte.

telefoni truffa squillo

Attenzione, dunque, ai numeri che ci chiamano senza nessuna risposta. Non sono pochi, da poter per esempio memorizzare per evitare rischi, i numeri, infatti, non sono reali. Le chiamate vengono generate da un software, un robocall, che cambia continuamente numero.

Difendersi dal Wangiri, però, naturalmente è possibile. Basterà, innanzitutto, non richiamare numeri sconosciuti dai quali abbiamo ricevuto uno squillo. Una persona interessata o che avrà l’esigenza di parlare con noi proverà a richiamare.

Un altro modo per difendersi è quello di prestare molta attenzione al numero da cui abbiamo ricevuto lo squillo. Nel caso di truffa, infatti, questo pur cambiando continuamente avrà quasi sicuramente un prefisso straniero. Ci sono, poi, in circolazione anche delle applicazioni per cellulari che hanno lo scopo di bloccare in automatico questi numeri sospetti. 

Nel caso dell’App, però, prestate comunque attenzione ad una chiamata che potrebbe arrivarvi. Le app, infatti si basano su delle blacklist che vengono man mano aggiornate e si sa, purtroppo, gli hacker ed i malintenzionati sono sempre più aggiornati ed avanti di noi.