San Marino: il Tour de France 2024 valicherà il Titano | Ecco quando arriverà la Grand Boucle

E’ ufficiale il Tour de France, l’evento sportivo, dopo i mondiali di calcio, più seguito al mondo, passerà per la Repubblica di San Marino.

Un traguardo di tutto prestigio per il Titano. Il giro di Francia di ciclismo, l’istituzione per eccellenza ciclistica spesso parte da altre nazioni proprio per celebrare questo evento.

Il Tour de France

Il 2024 sarà la volta della Repubblica di San Marino e di alcune Regioni italiane. Pronti via e la prima tappa, il 29 giugno 2024, vedrà i migliori ciclisti del mondo affrontarsi sul TItano.

La Repubblica di San Marino ospiterà la prima tappa del Tour de France 2024

E’ il 111esimo Tour de France, l’evento sportivo più seguito al mondo dopo i mondiali di calcio. Una vera istituzione nel mondo del ciclismo. Tutti i migliori dopo essersi preparati per un anno interno vogliono affrontarsi e salire sull’olimpo dei campioni. Già solo vincere una tappa la Tour significa entrare nella storia questo per rendere l’idea di quanto sia prestigiosa questa competizione e di quanto sia motivo di orgoglio e vanto poterla ospitare sul proprio territorio.

Il 2024, dopo essere partito ed ospitato da varie nazioni intorno alla Francia, vedrà stavolta, finalmente, il Tour sconfinare in Italia ed a San Marino. Si partirà da Firenze da Piazza della Signoria per arrivare a Rimini dopo che i ciclisti si saranno affrontati e scontrati sul Titano in quel di San Marino.

La tappa sarà di quelle vere, del resto al Tour de France basta una piccola pendenza per scatenare la bagarre, con i ciclisti e le rispettive squadre che tentano di staccare i propri avversari o almeno di metterli in difficoltà. Il Tour, infatti, è una corsa a tappe e le fatiche accumulate il giorno prioma potrebbero mettere in seria difficoltà il giorno seguente e l’altro ancora.

Una tappa che mostra fin da subito, insomma, i muscoli di questo Tour de France 2024. Saranno diverse, infatti, le salite come Colle Valico dei Tre Faggi a 930 metri d’altitudine, a mettere in difficoltà gli atleti e dargli allo stesso tempo la possibilità di scatenarsi. Ci sarà il colle Barbotto a 584 metri e poi il Colle di San Leo a 572 metri e si passerà per la Repubblica di San Marino con un dislivello di tutto rispetto a trenta chilometri dal traguardo dove sicuramente ci saranno tentativi di fuga ed attacchi.

Una vetrina prestigiosa per quello che è uno degli eventi sportivi più seguito al mondo

Il Tour de France presentato al Palais de Congres di Parigi sarà una edizione davvero avvincente. Un momento storico che l’Italia, con la Toscana, inseguiva da tempo. Un progetto realizzato, finalmente con la Regione Emilia-Romagna ed il Piemonte e con la Repubblica di San Marino. Una vetrina di tutto rispetto come sottolinea anche l’ex campione e CT della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani in una recente intervista.

La Grand Boucle, questo il nomignolo assegnato al giro di Francia, si chiuderà il 21 di Luglio con una novità. Il percorso a tappe, infatti, normalmente gira tutta la Francia come un grande ricciolo (da cui Grand Boucle) per giungere a Parigi. Nell’edizione 2024 questo non sarà possibile per la concomitanza con le Olimpiadi che si svolgeranno proprio nella capitale transalpina.

Tour de France 2024
Prudhomm patron del Tour de France e Bonaccini Presidente della Regione Emilia-Romagna

Alla presentazione ufficiale lo stesso Prudhomme, il patron del Tour de France, si è mostrato emozionato per questa partenza dall’Italia con il passaggio significativo a San Marino. Prudhomme, infatti, ha colto l’occasione per ricordare il campione italiano Gino Bartali. “Immenso campione che è riuscito a vincere il tour a dieci anni di distanza, con in mezzo una guerra – si esprime cos’ il patron del Tour nei confronti di Bartali – un uomo anche più grande perché è tra i Giusti delle Nazioni nascondendo persone in casa sua”.