Victor San Marino: D’Este e compagni On-Fire | Con i piedi per terra ora si vola

Il turno infra-settimanale della serie D ha visto la Victor San Marino far visita al Mezzolara. I sammarinesi, già a corto di cambi, devono rinunciare all’ultimo minuto anche ad Alessandro Tosi bloccato da un attacco febbrile.

Victor San Marino

Per i bianco-azzurri è la quarta partita in dieci giorni e, vista la situazione dell’infermeria, l’incognita sulla tenuta atletica sarebbe lecita specialmente su un campo reso gibboso dalla quasi incessante pioggia caduta prima e durante il match.

Victor San Marino a trazione integrale

Abbiamo usato il condizionale perché proprio la tenuta fisica e mentale sembra essere la marcia in più dei ragazzi di Cassani. All’Augusto Magli il tecnico di Faenza rinuncia a De Santis, Sollaku e capitan Sabba e getta nella mischia Gramellini, Arlotti e Sami. La Victor parte forte e già al 3° minuto si registra un episodio dubbio con D’Este, il grande ex della partita, che cade in maniera sospetta in area. La pioggia continua incessante ed il terreno di gioco inizia sempre più a mollare. Le occasioni si susseguono e spesso sono proprio le condizioni del manto erboso a condizionare le giocate finali.

É quanto avviene nell’occasione più limpida della Victor al 31° quando Haruna, smarcato a centro area da Lattarulo, non riesce ad impattare a dovere la sfera che termina innocua tra le braccia di Malagoli. Allo scadere della prima frazione Gramellini, imbeccato dal solito D’Este, si fa anticipare d’un soffio dall’estremo difensore del Mezzolara. Una partita sporca con i titanici che cercano di mettere non solo intensità ma anche ordine nel loro gioco.

Il Secondo Tempo

La partita riprende con i sammarinesi che rischiano il patatrac dopo appena 4 minuti. De Queiroz, in netto vantaggio su un pallone innocuo, scivola sul terreno sempre più bagnato, Bellentani si impossessa della sfera vacante ma il suo tocco viene neutralizzato da Pazzini in collaborazione con Onofri. Il brivido scuote i bianco-azzurri che guadagno nuovamente campo e creano altre due palle gol con Lattarulo prima e D’Este poi.

É il preludio al gol. 30° minuto D’Este si libera energicamente della marcatura in area e batte di sinistro Malagoli. Veementi le proteste del Mezzolara ma il sig. Cafaro è irremovibile e convalida la 4a rete stagionale del centravanti dei sammarinesi. I padroni di casa si gettano in avanti e creano due occasioni importanti: la prima esce di poco alta, la seconda è sventata da un autentica prodezza di Pazzini che con un intervento monstre smanaccia in angolo un pallone indirizzato al sette.

La Victor riparte bene e sciupa due buone opportunità per chiudere definitivamente la partita. Dopo 5 minuti di recupero arriva il triplice fischio del direttore di gara. La Victor ha vinto ancora e i ragazzi festeggiano non solo i tre punti conquistati ma l’inatteso primato in solitaria in classifica. Domenica riceveranno in caso quell’Aglianese che oggi ha fermato il Ravenna.

Victor San marino
D’Este realizza di sinistro il gol vittoria

Victor San Marino, una squadra solida con i piedi per terra

Una squadra solida che ora inizia anche a prendere consapevolezza del proprio valore. Una rosa non solo ben costituita ma anche saggiamente amministrata da Stefano Cassani capace di ruotare i giocatori mantenendo non solo elevatissimo il livello di competitività ma facendo sentire tutti importarti e parte di un unicum vincente. Un gruppo sano, unito che lavora con umiltà ed abnegazione che sa soffrire e venir fuori alla distanza. Lo testimoniano le 4 vittorie ottenute negli ultimi 15 di gioco sulle 6 complessive.

La Victor, partita dopo partita, sembra esser qualcosa in più della semplice cenerentola neo-promossa. Anche se giustamente Cassani invita a non alzare le aspettative, la sensazione è quella di esser dinanzi ad una squadra forte che in questa serie ci sta con merito e che, con il lavoro quotidiano e la spensieratezza sinora dimostrata, potrà ottenere ancora grandi risultati.

Il ruolino del match