Panino VS Schiscetta | Ecco chi vince la battaglia del pranzo in ufficio

Se lavori full time in ufficio è inevitabile pranzare sul posto. Ma cosa è meglio portarsi in borsa: panino o schiscetta?

Pranzare in ufficio. Foto Web Source

La praticità del panino o la borsetta termica con la schiscetta? Chi vince la sfida del pranzo?

Pranzo in ufficio

Chiunque lavori full time si trova a dover pranzare lontano da casa. Posto che ogni tanto si possa cedere alla pigrizia e comprare cibo da asporto o anche concedersi un pasto al ristorante più vicino all’ufficio in linea di massima bisogna portarsi il cibo da casa.

Schiscetta. Foto Web Source

A questo punto sorge il dubbio: cosa portare in ufficio per la pausa pranzo? Meglio il panino o meglio portarsi un contenitore con dentro del cibo, insomma la classica schiscetta? Quale delle due opzioni ci aiuta a stare in forma e a non mettere su peso?

Il pranzo fuori casa ideale

Se si i fuori casa è perché, dopo, bisognerà tornare a lavorare. Quindi la prima regola del pranzo fuori casa è la leggerezza! Il pasto deve saziare, deve appagare, ma non deve appesantire. La seconda cosa cui bisogna prestare attenzione è assicurarsi che il nostro pranzo al sacco sia completo e che quindi contenga tutti i macro nutrienti necessari. L’ultima regola da rispettare è il condimento: un buon pasto da consumare fuori casa non deve essere stracarico di condimenti pesanti. E questo sia per ragioni nutrizionali ma anche per ragioni pratiche: la macchia di ketchup sulla camicia bianca o l’alone di unto sulla gonna nuova non sono proprio il massimo, specie se si lavora a contatto col pubblico.

Macchiarsi mentre si mangia. Foto Web Source

E dunque chi vince la sfida?

Date le premesse risulta chiaro che la sfida è vinta da entrambi. Basta ricordarsi di seguire alcuni accorgimenti, non eccedere in condimenti e sale ed il gioco è fatto! E se proprio non avete idee su come comporre il panino o su cosa mettere nella schiscetta allora ci pensiamo noi!

Panino

Un ottimo panino, completo ed equilibrato, può contenere: petto di pollo (magari grigliato), insalatapomodorini e un filo di olio Evo. Oppure si può optare (ma ricordate di variare ogni giorno gli ingredienti) per salmone affumicato sgombro/tonno al naturaleverdure grigliate. O anche per parmigiano, bresaola, rucola, qualche goccia di limone e un pizzico di sale. Il pane dovrebbe essere integrale e le porzioni abbastanza contenute.

Panino nutrizionalmente bilanciato. Foto Web Source

Schiscetta

Qui si apre un mondo! Perché in quei simpatici contenitori ermetici può andarci davvero qualunque cosa. Tra le tante: frittata di patateinsalata di pasta o di risocous cous con verdure e carne (o pesce), insalata di polloinsalata di polpo e patate. E potremmo davvero continuare all’infinito! Tra l’altro queste sono tutte cose che si possono preparare anche la sera prima.