Caro Affitti: c’è una detrazione che nessuno conosce per risparmiare molti soldi

Il costo degli affitti è sempre in aumento, come del resto tantissime cose oggi, la detrazione sugli affitti, però, è uno strumento che farà risparmiare molti soldi.

Nonostante i prezzi alle stelle degli affitti, una ricerca indica che in pochissimi conoscono la detrazione sugli affitti. Solo 600 contribuenti su 100.000 ricorre, infatti, a questa misura.

La detrazione sugli affitti

Eppure questa misura è in grado di farci risparmiare tanti soldi in un anno. Di seguito, quindi, vedremo in cosa consiste e come fare per ottenerla insieme al relativo risparmio.

La detrazione sugli affitti: ecco in cosa consiste

Il caro affitti è uno dei problemi che, da tempo, attanagliano la nostra società, negli ultimi tempi, per le vicende che tutti abbiamo imparato a conoscere, ovviamente, però, anche il caro affitti ha toccato soglie molto al rialzo. Potremmo, quasi, affermare che gli affitti, al giorno d’oggi, sono alle stelle.

Ci sono città, capoluoghi, come MIlano, Bologna, Roma, Napoli e così via, dove gli affitti per un appartamento sono, quasi, proibitivi. Eppure questo interessa gran parte della popolazione. Non solo per le famiglie che non avendo una casa di proprietà devono, quindi, ricorrere ad una in affitto.

Il problema maggiore, infatti, sembra riguardare i tanti lavoratori e studenti fuori sede. In modo particolare quelli a essere più penalizzati, proprio per la loro condizione, sono gli studenti. La loro giornata, infatti, è orientata, o almeno dovrebbe esserlo, a seguire lezioni e a studiare lasciando poco spazio per qualche lavoretto extra che gli consenta di pagarsi le spese.

Trovarsi dinanzi a degli affiti proibitivi, quindi, diventa un dramma non solo per lo studente ma per tutta la famiglia che, ovviamente, dovrà farsi carico della spesa. Se si considera, poi, che molti locatori, spesso, ricorrono a contratti brevi (più reminerativi dal loro punto di vista), questo acuisce e non poco il problema.

studenti fuori sede
Studentessa fuori sede

Come fare per ottenere la detrazione

Stupisce, quindi, come dinanzi a questo scenario, in molti, anche se sarebbe meglio dire tutti, non conoscono la detrazione sugli affitti che può far risparmiare soldi ogni anno. Una ricerca del Sole 24 ore, infatti, riporta un dato davvero socncnertante: solo 611 contribuenti su 100.000 usufruisce di questa misura.

La detrazione, del resto, diversamente dalla deduzione rappresenta un vero e proprio sconto. Si tratta di una detrazione del 19% del costo anticipato fino ad un importo massimo di 2.633 euro.

La detrazione per gli affitti agli studenti universitari fuori sede può, quindi, essere un valido aiuto alle famiglie che hanno un figlio fuori a studiare. Per beneficiare di questa misura, infatti, occorre rispettare alcune condizioni come la residenza che deve essere spostata fuori dal Comune di provenienza o comunque ad almeno 100 km dal nucleo familiare di riferimento.

I costi sostenuti sono limitati al corso universitario ed ai corsi del Conservatorio e non riguardando i corsi post-laurea ed, infine, il contratto deve essere regolarmente registrato con il pagamento tracciabile.  Per ottenere il risparmio, quindi, in sede di compilazine del 730 occorre indicare nel quadro E del modello 730 nei righi da E8 a E10 “altre spese” l’importo del canone annuo relativo allo studente fuori sede.