Zeman ricoverato d’urgenza | Cosa succede al tecnico boemo

Malore improvviso per Zdenek Zeman, l’allenatore del Pescara si è sentito male in mattinata prima dell’allenamento e trasportato d’urgenza in ospedale.

Ricoverato preso la clinica Pierangeli di Pescara, il tecnico 76enne, è in condizioni stabili anche se necessità di ulteriori accertamenti che lo tratterranno in clinica.

Photo web source

Si tratterebbe di attacco ischemico transitorio per il tecinico boemo. Intanto il comunicato diramato, dalla società abbruzzese, si conlcude con un “Forza Mister!”.

Zdenek Zeman ricoverato alla clinica Pierangeli di Pescara

Zdeněk Zeman ricoverato d’urgenza dunque, l’allenatore di calcio ceco con una carriera lunga e ricca di successi nel mondo del calcio, nato il 12 maggio 1947 a Praga, in Cecoslovacchia (oggi Repubblica Ceca).

Conosciuto per il suo stile di gioco offensivo, Zeman ha influenzato molti allenatori moderni e ha guadagnato una reputazione come uno dei tecnici più innovativi del calcio. Zeman ha iniziato la sua carriera di allenatore nella metà degli anni ’80, guidando il Foggia in Serie C1, la terza divisione italiana. Con il suo Foggia, l’audace e aggressivo sistema di gioco divenne noto come “Zemanlandia“, basato sul pressing alto e l’attacco costante.

Questo approccio offensivo ha di fatto portato Zeman a essere uno degli allenatori più apprezzati dal punto di vista dello spettacolo e del cosiddetto calcio champagne. Con il Foggia raggiunse la promozione in Serie B e, successivamente, in Serie A. L’ex tecnico di Roma, Napoli e Lazio è stato colpito da un attacco ischemico transitorio.

Un attacco ischemico transitorio e le possibili conseguenze

L’attacco ischemico transitorio (AIT) è un episodio temporaneo di insufficienza di sangue al cervello, comunemente noto come “mini ictus”. Durante un AIT, il flusso sanguigno al cervello viene interrotto o ridotto per un breve periodo di tempo, solitamente da pochi minuti a un’ora.

Zdenek Zeman – Photo web source

Nonostante la sua durata limitata, un AIT rappresenta comunque un’emergenza medica che richiede una valutazione e un trattamento immediato. Le cause dell’AIT possono variare, ma sono spesso correlate all’aterosclerosi, che è la formazione di placche di grasso sulle pareti dei vasi sanguigni che possono ostruire il flusso sanguigno verso il cervello. Altre cause possono includere embolie, che sono coaguli di sangue che si formano altrove nel corpo e si spostano verso il cervello, oppure stenosi carotidea, che è un restringimento dell’arteria carotide che fornisce sangue al cervello.

I sintomi di un AIT possono essere simili a quelli di un ictus completo, ma solitamente durano solo per un breve periodo. Questi possono includere debolezza o intorpidimento improvviso di faccia, braccia o gambe, difficoltà nella parola o nell’espressione, problemi visivi, vertigini, difficoltà nel camminare o nel coordinare i movimenti, e improvviso mal di testa grave.

Questi i sintomi che, prima della seduta di allenamento mattutina, hanno colpito il tecnico boemo portandolo ad un ricovero d’urgenza. In attesa di ulteriori accertmanti Zeman salterà sicuramente gli ultimi allenamenti della squadra e non sarà presente in panchina per lo scontro di mercoledì sera in occasione della sfida che il Pescara giocherà in casa del Catania, valevole per i quarti della Coppa Italia Serie C.