Puzza di frittura in cucina? Il trucchetto che devi conoscere, specie durante le feste. Fantastico

Diciamoci la verità: le feste di natale ci “obbligano” a delle scelte culinarie che ci piacciono davvero tanto. E quella di cui stiamo per parlarvi potrebbe essere la migliore.

A Natale, come anche in tutte le altre feste comandate, il fritto è il top. Piace a tutti ma, ciò che è necessario, è che bisogna saperlo fare per evitare che faccia, poi, male.

Odi la puzza di frittura quando cucini? Un trucchetto che devi conoscere, specie durante le feste
photo web source

Frittura è, sempre, sinonimo di cattivi odori. Come fare per evitarli?

Frittura e cattivi odori: come fare?

Chi di noi non ama i cibi fritti? Chi nega, vuol dire che non ne ha mai assaggiato uno o, se l’ha fatto e non ne è rimasto contento o soddisfatto, vuol dire che la frittura non era fatta a dovere. È vero: spesso i medici ci sconsigliano di mangiare i cibi fritti ma, in realtà, lo dicono quando qualcuno ne abusa (ad esempio, mangiandoli tutti i giorni).

Ma, come qualsiasi cibo del quale si abusa, dopo le conseguenze per la nostra salute possono essere gravi. Accanto al concetto di fritto vero e proprio, si affianca, però, un altro aspetto “un po’ meno gradito” della frittura in se per se: quello del cattivo odore che lascia in cucina e, in molti casi, anche per l’intera casa.

Come fare per evitarlo? Ci sono dei piccoli trucchetti che è necessario conoscere prima di immergersi nel cucinare fritti. Si tratta di piccoli espedienti che non ci costano davvero nulla, in quanto sono fatti con tutti ingredienti che abbiamo già in casa.

Odi la puzza di frittura quando cucini? Un trucchetto che devi conoscere, specie durante le feste
photo web source

Trucchetti indispensabili che devi conoscere

Quali sono? Il primo di questi riguarda la scelta dell’olio che usiamo per friggere. Deve essere di buona qualità e sempre al suo primo utilizzo. Altro aiuto per evitare la puzza di frittura è il limone: lo si può spremere sulla frittura stessa per aromatizzarla e se si può usare la scorza, che possiamo inserire direttamente nell’olio, per ridurre proprio l’odore di frittura a fine ricetta.

Se non hai il limone in casa, puoi sostituirlo con il prezzemolo unito a dei chiodi di garofano, anche questi da inserire nell’olio direttamente, o ancora mettendo a bollire, a fianco della padella della frittura, un po’ di acqua e aceto, che neutralizza l’odore di fritto.

In ultimo, ma non meno importante di tutti i restanti trucchetti che abbiamo visto finora, quello di accendere la cappa aspirante proprio mentre stiamo friggendo. Ogni motivo è utile per non rinunciare, almeno per il pranzo delle feste, ad un pizzico di frittura.

Impostazioni privacy