San Marino ricorda Pierre de Coubertin | Nel 161° anniversario della sua nascita le Olimpiadi tornano a Parigi

In memoria di Pierre de Coubertin, nel 161° anniversario della sua nascita, le Associazioni Culturali sportive CSPC e CNSFP, celebrano i suoi valori.

Il Comitato Sammarinese Pierre de Coubertin (CSPC) e il Comitato Nazionale Sammarinese Fair Play (CNSFP), celebrano il barone nell’anno delle olimpiadi proprio a Parigi.
Targa Pierre de Coubertin
Bozza Targa Commemorativa
L’azione di promozione dei valori etici universali dello sport delle due associazioni si fonde con lo spirito con cui de Coubertin fondava i giochi olimpici moderni nel 1896.

Il barone Pierre de Coubertin e i giochi olimpici moderni

Pierre de Coubertin è stato un visionario, un educatore e un pioniere dell’olimpismo moderno. Nato il 1º gennaio 1863 a Parigi, de Coubertin ha dedicato la sua vita a promuovere l’importanza dello sport nella formazione dei giovani e a diffondere l’ideale olimpico in tutto il mondo.
Fin da giovane, de Coubertin era affascinato dagli antichi Giochi Olimpici e dalla loro capacità di unire le persone attraverso la competizione sportiva. Tuttavia, all’epoca l’olimpismo era caduto in rovina e i giochi erano stati soppressi. Deciso a riportare in vita questo movimento, de Coubertin fondò il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) nel 1894 e organizzò la prima edizione dei Giochi Olimpici moderni nel 1896 ad Atene, in Grecia.
I principi fondamentali dell’olimpismo secondo de Coubertin erano l’amicizia, il rispetto e l’eccellenza. Credeva che lo sport avesse il potere di unire le diverse culture e nazioni e di promuovere la pace mondiale. I Giochi Olimpici erano visti come un’opportunità per gli atleti di tutto il mondo di mettere alla prova le loro abilità in un contesto di pacifica competizione.
De Coubertin ha anche introdotto il concetto di fair play, sottolineando l’importanza di mantenere l’integrità e la lealtà nello sport. Non solo de Coubertin ha contribuito a fondare i Giochi Olimpici moderni, ma ha anche lavorato duramente per promuoverli e farli crescere.

Fair play, generosità e lealtà i valori dei comitati sammarinesi

Ha viaggiato in tutto il mondo per diffondere l’ideale olimpico e ha convinto molti paesi a partecipare alle Olimpiadi. Inoltre, ha insistito sul fatto che lo sport dovesse essere parte integrante dell’educazione dei giovani, riconoscendo i suoi benefici nel promuovere uno stile di vita sano e un senso di disciplina. Pierre de Coubertin ha lasciato un’eredità duratura nel mondo dello sport.
Pierre de Coubertin
Il barone Pierre de Coubertin
Grazie al suo impegno e alla sua dedizione, i Giochi Olimpici sono diventati l’evento sportivo più importante a livello mondiale, con atleti provenienti da ogni angolo del pianeta che si riuniscono per competere e celebrare lo sport.
La sua visione di un mondo unito attraverso lo sport continua ad ispirare generazioni di atleti e appassionati di sport. In conclusione, Pierre de Coubertin è stato un uomo straordinario che ha dedicato la sua vita a promuovere l’olimpismo moderno e i valori che rappresenta. La sua eredità vive ancora oggi attraverso i Giochi Olimpici e l’importanza data allo sport nell’educazione e nella costruzione di un mondo migliore.
A 161 anni dalla sua nascita, nell’anno in cui le olimpiadi si svolgeranno proprio in Francia, i due comitati sammarinesi celebrano questa figura. Lo sport va praticato con l’obiettivo della vittoria, ma la vittoria va ricercata con Fair Play, generosità, lealtà, senza violenza e sempre rispettando l’avversario. Questo è il Concetto di Sport che il CSPC e il CNSFP spiegano nel loro comunicato stampa diffuso per l’occasione.