San Marino: l’Europa si avvicina | Le ultime novità sull’accordo di associazione

San Marino e il suo rapporto con l’Unione Europea. A parlare dell’accordo e a che punto questi si trova è direttamente il segretario di Stato, Beccari.

Una forma, per l’accordo di associazione con l’UE, che potrebbe arrivare a breve, fra la fine di febbraio e l’inizio di marzo prossimo.

San Marino si avvicina all’Europa? Ecco tutte le ultime novità
photo web source

Ma in cosa consiste? Cosa comporterà per il piccolo Stato? Cerchiamo di capire insieme.

San Marino e Unione Europea: a che punto è l’accordo?

La firma dell’accordo di Associazione con l’Unione Europea è in dirittura di arrivo per San Marino. Le anticipazioni delle ultime settimane lo avevano confermato e, con esse, anche la possibile finestra temporale entro la quale sarebbe potuta arrivare. A parlarne è stato direttamente, in Commissione Esteri il Segretario di Stato Luca Beccari.

Lo stesso Beccari ha anche proposto, ottenendo il consenso degli altri commissari, di riferire anche in seduta pubblica della recente conclusione dei negoziati. C’è da specificare però che le prossime elezioni europee, quanto anche quelle politiche previste a San Marino, “potrebbero determinare oscillazioni di qualche mese per la ratifica da parte dell’UE, mentre a San Marino l’Accordo” – ha spiegato Beccari.

Beccari ha, inoltre, riferito che per quel che riguarda il sistema finanziario, l’adeguamento della piccola Repubblica sarà in diverse fasi, in ambito prettamente bancario, a differenza di quel che riguarda, invece, i fondi d’investimento dove l’allineamento sarà più veloce. Dal punto di vista dell’energia potrà restare il monopolio pubblico dell’Azienda Servizi fino al 2030 e sarà anche prorogabile.

San Marino si avvicina all’Europa? Ecco tutte le ultime novità
Il Segretario di Stat Luca Beccari – photo web source

Novità e conferme

Novità, invece, per quel che riguarda il cumulo dei contributi pensionistici, un problema che dovrebbe essere risolto a breve: “Si risolverà completamente il problema del cumulo dei contributi pensionistici per tutte le professioni che ad oggi, per esempio, ostacola l’attrattività di San Marino per i medici italiani” – ha specificato Beccari.

Si apre, quindi, il dibattito fra le diverse forze politiche del piccolo Stato che proseguirà fino al prossimo venerdì quando la Commissione tornerà a riunirsi e, anche, quando in Consiglio Grande e Generale ci sarà un nuovo riferimento del Segretario di Stato Beccari. Alla fine di questo, sarà votato un ordine del giorno su cui si cercherà la massima condivisione, anche su aspetti estremamente delicati, come l’eventuale referendum.

Impostazioni privacy