San Marino si dà al cinema | Due i film con ambientazione nei territori della Repubblica

La popolarità della Repubblica di San Marino cresce di giorno in giorno, tanto che, dopo il Contest musicale a livello europeo, ora si appresta anche a diventare altro.

Un set cinematografico vero e proprio. San Marino, infatti, farà da sfondo a ben due film. Vediamo insieme di cosa si tratta nel dettaglio.

San Marino si dà al cinema | Due film avranno come ambientazione i territori della Repubblica
photo web source

Ad annunciare le nuove produzioni è stato il Segretario di Stato al Turismo, Pedini Amati.

San Marino set di due film

Il territorio della Repubblica che fa da set cinematografico e da sfondo a ben due film. Questo è quello che è stato annunciato per San Marino e, a farlo, è stato il Segretario di Stato per il Turismo, Pedini Amati in una conferenza stampa. Il tutto partirà dal prossimo lunedì, 19 febbraio, quando inizieranno le riprese del primo dei due film.

Si tratta di “Operazione Salvataggio”: un film che ha come trama il salvataggio di molte opere d’arte che vennero nascoste nella Rocca di Sassocorvaro e nel Palazzo dei Principi di Carpegna, per salvarle dalle razzie naziste alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Lo dicevamo prima, San Marino sarà set anche per un secondo film, dal titolo “Tornando ad est”, sequel di un fil già girato nel 2020 dal titolo “Est – Dittatura last minute”. Una collaborazione con la casa di produzione romagnola “Strade dell’Est” di Maurizio Paganelli, che ha deciso di scegliere San Marino come ambientazione del sequel del film.

San Marino si dà al cinema | Due film avranno come ambientazione i territori della Repubblica
Locandina del film “Tornando ad est” – photo web source

Ecco di quali si tratta

“Tornando ad Est” avrà, come è stato per il primo film, ancora una volta protagonista Lodo Guenzi (frontman del gruppo musicale “Lo stato sociale”), insieme anche a Matteo Gatta e Jacopo Costantini premiati per “Est” con il “Nastro d’argento” per gli attori emergenti. Una vera e propria spy comedy che, a breve, sarà girata sul Titano.

La scelta di comunicare a cittadini e non che San Marino diventerà un set cinematografico è stata proprio del Segretario di Stato per il turismo, Pedini Amati, che, nel corso della conferenza stampa ha spiegato: “Il cineturismo in Italia vale quasi 600 milioni di euro all’anno e noi, che abbiamo scorci, panorami e location che tutto il mondo ci invidia non siamo stati in grado di attrarre una produzione cinematografica da oltre 50 anni. Oggi due case di produzione ci hanno scelto“.