Borgo che vai, natura che trovi | Viaggio itinerante alla scoperta di luoghi sconosciuti

Quanti sono i luoghi da scoprire in Italia e non solo? Molto spesso noi ci limitiamo soltanto alla conoscenza delle grandi città. Ma ci sono anche tanti borghi più piccoli da conoscere da vicino.

Vi proponiamo un piccolo tour, diviso in due parti, che ci permette di andare a guardare da vicino e di conoscere al meglio il nostro paese.

Borgo che vai, natura che trovi | Un viaggio itinerante alla scoperta di zone poco conosciute
Città sommersa di Baia – photo web source

Ti va di iniziare questo viaggio insieme a noi?

Il paese dei borghi incontaminati

L’Italia è uno dei paesi più belli al mondo e che vale la pena di conoscere da vicino. Pensiamo che si tratti solo di grandi città ma, invece, il nostro Paese è fatto anche di tanti piccoli borghi e paesi più piccoli che, forse, sono davvero in pochi a conoscere. Abbiamo deciso, per questo motivo, di accompagnarvi in un viaggio molto particolare alla scoperta proprio di questi piccoli posti che sembrano sconosciuti e, anche, incontaminati.

Ti va di venire con noi? Iniziamo dalla città sommersa di Baia, in Campania. Si tratta di uno dei luoghi più antichi d’Italia, più remoti anche perché si trova sott’acqua, a largo di Pozzuoli, nelle acque comprese fra Punta Epitaffio e il Castello di Baia con il suo promontorio. Si tratta di una “visita” molto particolare: un parco archeologico subacqueo che è possibile visitare solo con l’aiuto e il supporto di bombole d’ossigeno e maschera. Immergersi tra i 5 e i 7 metri sotto la superficie e ammirare le rovine di lussuose ville, edifici romani, strade, sculture, un complesso termale.

Più a nord rispetto alla Campania, in Molise e in Abruzzo (nell’omonimo parco nazionale) ci sono i Monti della Meta e delle Mainarde molisane. Si tratta delle cime più aspre e difficili da raggiungere e hanno, proprio per questo, un aspetto selvaggio mai visto prima. Vasta è la popolazione animale, che va dai camosci e, nelle aree più remote, è ancora possibile trovare la natura regna sovrana sopra le sparute presenze umane.

Borgo che vai, natura che trovi | Un viaggio itinerante alla scoperta di zone poco conosciute
Spiaggia di San Fruttuoso – photo web source

Dalla Campania al Molise, passando per la Liguria

Spostandoci, invece, a Nord, in Liguria, davanti ad un mare cristallino che sembra incontaminato, troviamo la spiaggia di San Fruttuoso. È tra le più minute e le più belle baie d’Italia. Non è possibile raggiungerla a piedi, ma solo in barca dalla cittadina di Portofino. Per i più temerari, la si può raggiungere anche a piedi, in un percorso di circa 3 ore di trekking da percorrere tra il Golfo del Tigullio e il Golfo Paradiso.

Restando nel Centro Italia, invece, fra Toscana ed Emilia Romagna abbiamo la Riserva Integrale di Sasso Fratino, situata nel cuore del Parco delle Foreste Casentinesi, sul versante settentrionale dell’Appennino Tosco – Romagnolo. Un’area naturale poco conosciuta ma di grande rilievo che, dal 2017, è entrata ufficialmente a far parte del patrimonio dell’Unesco. Per gli amanti del trekking, è il percorso più adatto ed iconico che esista.

Borgo che vai, natura che trovi | Un viaggio itinerante alla scoperta di zone poco conosciute
Parco dell’Aspromonte – photo web source

L’ultima di oggi, invece, ci porta in Calabria, nel pieno dell’Aspromonte. All’interno del Parco Nazionale, nelle sue parti limitrofe, la natura trionfa nella sua forma più selvaggia e incontaminata. Cascate, torrenti e animali selvatici regnano sovrani e l’uomo può solo entrarvici in punta di piedi in qualità di “ospite” della natura stessa.

Un viaggio che vale la pena di intraprendere.