Megattere: l’ultima scoperta ha sconvolto gli studiosi | Quello che fanno è da supereroi

Le Megattere, sono dei cetacei eccezionali, considerati i super eori dei mari. Grazie al loro comportamento, infatti, molte specie marine sono tutelate.

Un animale davvero eccezionale, affascinante e misterioso, dalle mille curiosità. Le Megattere vivono in mare ma non respirano sott’acqua bensì, come noi, nell’atmosfera.

Megattera

Il cetaceo dorme con un occhio aperto e metà del cervello sempre vigile, è un difensore dei mari e di altre specie marine più piccole, salvaguardandole da predatori senza scrupoli.

Le Megattere animali straordinari che incantano gli studiosi

Le megattere, noti anche come balene dal dorso a gobba o balene borchiere, sono una specie di cetacei appartenenti alla famiglia dei Balaenopteridae. Sono tra i mammiferi marini più grandi e sono famose per le loro lunghe migrazioni e le loro abitudini sociali complesse.

Questi magnifici animali possono raggiungere una lunghezza media di 15-18 metri e pesare fino a 40 tonnellate. Il loro corpo è slanciato e idrodinamico, adattato alla vita marina. Hanno un dorso di colore grigio scuro o nero, mentre il ventre è più chiaro.

Sulla parte superiore della testa è presente una caratteristica gobba, che distingue questa specie da altre balene. Le megattere hanno anche lunghe pinne pettorali, che possono arrivare a 5 metri di lunghezza.

Questi cetacei si nutrono principalmente di krill e pesci di piccole dimensioni. Sono animali filtratori, il che significa che usano il metodo di alimentazione chiamato “alimentazione per bocca aperta”. Durante questo processo, nuotano con la bocca aperta, filtrando l’acqua attraverso le loro lunghe balaene, trattenendo il cibo all’interno.

Si stima che una megattera possa consumare fino a 1,5 tonnellate di cibo al giorno. Una delle caratteristiche più affascinanti delle megattere è la loro abitudine di emettere suoni molto forti.

Vita sociale ed altruismo un comportamento affascinante

Questo comportamento è noto come canto delle megattere ed è un elemento fondamentale delle loro interazioni sociali. Il canto è caratterizzato da una serie di suoni melodici e complessi, che possono essere uditi anche a diverse miglia di distanza.

megattere fuori dall'acqua

I ricercatori credono che i maschi cantino per attrarre le femmine durante il periodo di accoppiamento e per marcare il loro territorio. L’animale, però, tuttavia, non è conosciuto ancora del tutto.

Uno studio su Journal of marine mammal science, spiega come le Megattere lavorino in coppie per salvare le foche ed altri animali marini di più piccole dimensioni, dalle orche o da altri predatori.

Questi supereroi degli oceani, dunque, in maniera del tutto sconosciuta all’uomo, decidono autonomamente di proteggere foche, leoni marini, pesci luna, balene grigie ed altri animali acquatici di piccole dimensioni.

Un comportamento all’apparenza assurdo, senza nessuna spiegazione logica, se non quella legata all’altruismo ed alla sensibilità di questi animali.

Le megattere sono animali sociali e vivono in gruppi composti da 10-20 individui, ma possono anche essere molto più grandi, raggiungendo numeri fino a 100 individui. Queste comunità sono spesso guidate da una femmina adulta, chiamata baleggiatrice, che svolge un ruolo importante nella comunicazione e nell’organizzazione del gruppo.

Questi animali sono anche noti per le loro migrazioni epiche. Ogni anno, si spostano dalle fredde acque polari, dove si nutrono, alle calde acque tropicali, dove si riproducono e partoriscono i cuccioli.

Queste migrazioni possono coprire distanze incredibili, fino a 16.000 chilometri. Durante il viaggio, le megattere affrontano vari pericoli, come i predatori e le trappole dei pescatori.

Purtroppo, sono anche minacciate dall’inquinamento marino e dalla riduzione delle risorse alimentari. Sono degli animali straordinari che incantano gli studiosi e gli appassionati di natura di tutto il mondo.