Fioriture di Primavera | Ecco cos’è quel bellissimo fiore giallo utilissimo alla nostra salute

Sembrano dei fiori che nascono così, per caso, in mezzo ai campi, quasi come a voler infestare gli altri fiori che, invece, sono lì coltivati per conto loro.

Ma siamo sicuri che sia proprio così? Si tratta dei “fiori gialli da campo” e, forse, non sono del tutto così malevoli.

Quel fiore dal bellissimo colore giallo | Di cosa si tratta?
Campo di Colza

Anzi: possono anche apportare dei benefici. Cerchiamo di capire assieme di cosa stiamo parlando.

I “fiori gialli” che invadono le campagne

Le campagne di tutta Italia, le serre che iniziano a riempirsi per le coltivazioni: questo è quello che, dopo il maltempo che ha toccato alcune zone a Pasqua, inizia a vedersi. In particolare, nelle zone dell’Emilia Romagna. Qui, lungo le strade, nei campi, ma anche lungo l’autostrada, è possibile imbattersi in campi di fiori, a volte anche spontanei, dove a prendere il sopravvento su tutti sono sempre i “fiori gialli”.

Quel caratteristico colore giallo che prevale su tutto: si tratta dei fiori di colza, una particolare pianta dove il fiore è composto da quattro petali di colore giallo brillante. All’inizio qualcuno può pensare che si tratti di un comunissimo fiore selvatico come ce ne sono tanti in giro, ma invece è necessario sapere che questo, nello specifico, può esser utilizzato anche in cucina e, perché no, perfino in industria.

Quel fiore dal bellissimo colore giallo | Di cosa si tratta?
Fiore giallo di colza – photo web source

Cosa sono e quali sono i loro benefici

Questo fiore giallo è, da tempo, coltivato anche per produrre combustibile e, a livello alimentare, l’olio di colza è il terzo (per produzione) dopo quello di girasole e quello di soia. Ma, lo dicevamo all’inizio, questo fiore ha, anche, delle particolari proprietà: il suo olio, infatti, è ricco di omega 6 e omega 3, che sono ottimi per la riduzione e la prevenzione di rischi cardiovascolari.

In Emilia Romagna, però, si possono trovare anche altri tipi di varietà di fiori. Come descrive un articolo del quotidiano “Il resto del Carlino”, il fitopatologo Luigi Marchetti spiega che non sono in fioritura solo i cosiddetti “fiori gialli”, ma anche le piante di rosa, la camomilla, ma anche altre piante che hanno proprietà benefiche e farmacologiche, come il tiglio, l’agrifoglio e la valeriana.

Una primavera che è sbocciata in ogni sua forma e, soprattutto, in ogni suo colore.

Impostazioni privacy