Conservare i formaggi: La pellicola è un errore grave da evitare

Una delle pratiche comuni di quando facciamo la spesa è conservare il nostro cibo. Non sempre, però, lo facciamo correttamente. Conservare i formaggi nella classica pellicola trasparente, ad esempio, è una pratica errata e che può rivelarsi molto dannosa.

Conservare i formaggi

Il motivo per cui abbiamo la necessità di conservare i formaggi in frigo è sicuramente quello di conservarli il più a lungo possibile. I ritmi della vita quotidiana ci portano magari ad acquistare grandi quantitativi di prodotti per poi tenerli a disposizione nel nostro frigo per una cena veloce o per quando non avremo tempo di fare la spesa.

Un danno grave avvolgerli nella pellicola

La motivazione, però, potrebbe anche essere più semplice e magari quella di acquistare una intera caciotta o un provolone ed avere così la necessità di consumarli nel tempo. Da qui l’esigenza di conservare i formaggi in frigo. Questo, però, richiede attenzione. Conservare i formaggi avvolgendoli nella pellicola trasparente non è, infatti, assolutamente il modo corretto.

La pellicola non solo non è adatta alla conservazione ma non riesce nemmeno a trattenere gli odori del formaggio che andrebbero diffusi in tutto il frigorifero andando a compromettere anche gli altri alimenti presenti in esso.

Se è pur vero, d’altronde, che molti formaggi che troviamo al supermercato sono conservati all’interno di una pellicola, dobbiamo precisare che ci sono delle differenze con il nostro frigo. Innanzitutto i formaggi nel reparto frigo del supermercato rimangono per pochissimo tempo e non necessitano dunque della lunga conservazione (anche 3-4 giorni) che vorremmo ottenere a casa nostra. I formaggi nel supermercato hanno un reparto apposito non vanno, quindi, a contaminare altri alimenti.

Formaggi

Conservare i formaggi nella pellicola trasparente non allunga i tempi di conservazione, anzi, il formaggio teme la mancanza d’aria. Questo può portare l’alimento ad ammuffire. Altra cosa alla quale devi prestare molta attenzione è: la tentazione nel rimuovere il pezzo ammuffito e consumare lo stesso la parte rimanente che ti sembra sana. Le muffe, infatti, trasportano batteri ed elementi patogeni che avrebbero già potuto contaminare la parte che sembra ai nostri occhi ancora sana. La salmonella (di cui avrai già certamente sentito parlare) è una di quelle malattie che può svilupparsi in questo modo.

Come conservare i formaggi correttamente

Imparare, quindi, a conservare nella maniera corretta i formaggi è l strada più semplice per la salute e per il portafogli. Due formaggi su tre, infatti, conservati mediante la pellicola trasparente, finiscono con l’ammuffire.

Bisogna sapere che i formaggi temono la mancanza d’aria, l’eccessivo freddo ed il troppo calore. Anche all’interno del nostro frigo, quindi, è necessario tenere presente della temperatura. I formaggi freschi andranno, dunque, conservati nella parte bassa del frigo. In questo reparto, infatti, la temperatura è più fredda (l’aria fredda tende a scendere in basso mentre quella calda a salire) e si aggira intorno ai 2 ed i 4 gradi centigradi.

Formaggi più stagionati, invece, andranno collocati nella parte superiore del frigo, la meno fredda, con temperature che si aggirano intorno ai 10 e i 12° C. Questo alimento può facilmente essere conservato anche sotto vuoto. Nonostante tutto se abbiamo comunque la necessità di conservare il formaggio avvolgendolo stiamo attenti a non usare la pellicola ma piuttosto una carta oleata. I formaggi non vanno comunque in nessun modo congelati.