Primo maggio, bollino rosso per il traffico ed il maltempo

Il ponte del primo maggio ha permesso, a molti, di regalarsi qualche giornata lontani dalla routine quotidiana. Una vera e propria anticipazione di ferie.

Secondo le stime di Confcommercio almeno otto milioni di italiani si sono spostati per queste giornate. Un week end lungo, insomma, dal sapore estivo.

traffico primo maggio

Ad essere prese di mira, infatti, sono state, sicuramente, le classiche località turistiche. Proprio queste località di villeggiatura sono state, come facilmente era prevedibile, interessate da traffico intenso. Tra chi raggiungeva la propria casa vacanza e chi invece si spostava per staccare la spina, strade e autostrade sono state “invase” da milioni di italiani.

Nonostante il maltempo incomba, infatti, quasi nessuno si è lasciato scoraggiare. Intensificato il lavoro anche negli aeroporti pronti ad accogliere turisti da ogni dove. Il traffico da primo maggio è iniziato già nella serata del 28 aprile e proseguito per tutto il 29. Per favorire questa mole assurda di spostamenti, molti cantieri autostradali sono stati sospesi.

Che il traffico fosse stato intenso, del resto, non è stata una sorpresa, dopo anni in cui spostarsi anche solo per andare a lavoro è stato difficile, era facile prevedere che in tempi favorevoli con un lungo weekend a disposizione chiunque avrebbe approfittato per spostarsi.

Primo maggio, occhio ai rientri con più di 8 milioni di italiani in viaggio

Otto milioni di italiani in viaggio per quello che è stato un vero e proprio esodo. Alla stima di Confcommercio, infatti, vanno aggiunti quasi sicuramente, stando ai dati sul traffico, almeno altri 3milioni indecisi fino all’ultimo a causa del maltempo che era in agguato e che, però, hanno poi deciso di mettersi in viaggio. La maggior parte di questi “vacanzieri” si è spostata per un weekend lungo con un paio di pernottamenti fuori casa e con un raggio di spostamento piuttosto limitato. Un italiano su due, infatti, resterà nella propria regione e nelle immediate vicinanze.

primo maggio maltempo

Naturalmente c’è anche chi, invece, ha optato per una vera e propria settimana di vacanza sfidando qualsiasi previsione meteo e concedendosi anche un viaggio bel oltre regione.

Adesso, però, occhio al contro esodo con gli otto milioni e più di italiani che dovranno tornare nelle proprie città. Nonostante, infatti, la sospensione di alcuni cantieri, molti tratti sono rimasti interessati da lavori causando qualche, inevitabile, problema di viabilità. Cosa che potrebbe ripetersi per il rientro. Il traffico intenso, del resto, da bollino rosso, è atteso ora per i rientri. Non solo primo maggio ma c’è, addirittura, chi rientrerebbe il giorno successivo.

Massima allerta e prudenza, quindi, per la serata del 1 e tutta la giornata del 2 maggio. Giornate in cui anche il maltempo con fenomeni temporaleschi potrebbe andare ad incidere sulla viabilità.  Per favorire questo massiccio rientro i mezzi superiori alle 7,5 tonnellate non potranno circolare nelle fasce orarie comprese tra le 9 e le 22.

 

 

Impostazioni privacy