La Torre che pende non è solo a Pisa | Quella è solo una

Quando si parla di Pisa, la mente va subito alla sua Torre pendente in Piazza del Duomo. Ma la torre che pende, però, seppur questo vi sconvolgerà, non è soltanto quella di Pisa.

Soltanto in Italia, ad esempio, per quanto riguarda le torri e i campanili pendenti, la loro diffusione è molto più vasta di quanto siamo abituati a credere.

La torre che pende
La Torre di Pisa in Piazza Duomo

Sono, infatti, almeno dieci le attrazioni con queste caratteristiche, nella sola Italia che, forse, non si conoscono: 10 straordinari campanili pendenti che dovresti assolutamente visitare.

La Torre che pende ma non è quella di Pisa

La Torre che pende, quella di Pisa, situata in Piazza del Duomo, di certo è la torre pendente più famosa nel mondo. Quella attrazione che tutti, turisti stranieri ed italiani, vogliono visitare nella propria vita almeno una volta.

Come potrebbe, del resto, essere diversamente. Questa torre, infatti, i cui lavori iniziarono il 9 agosto del 1173, doveva essere la torre campanaria della Cattedrale di Santa Maria. A lavori ultimati il campanile sarebbe stato alto 56metri con un peso complessivo di 14.453 tonnellate.

Il terreno, però, sul quale stava sorgendo la Torre di Pisa, anticamente era interessato dallo scorrere di una ansa del fiume Auser, il terreno rivelatosi, quindi, instabile cedette sotto il peso dei lavori che furono prontamente interrotti.

Solo nel 1275, nel tentativo di raddrizzare il campanile, sotto la direzione dell’Architetto Giovanni di Simone e Giovanni Pisano, furono costruiti altri tre anelli, ulteriori tre piani incurvati in senso opposto alla pendenza. Il tentativo, naturalmente, come possiamo ben constatare anche oggi, fallì e il campanile della cattedrale divenne la torre più famosa al mondo dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Le altri torri pendenti

Ci sono, però, altri campanili e torri in Italia che presentano simili caratteristiche. A Venezia, ad esempio, c’è la Torre di San Pietro di Castello. Un campanile danneggiato da un fulmine e restaurato che, oggi, presenta la caratteristica pendenza.

La Torre degli Asinelli di Bologna, ovviamente questa molto più nota rispetto agli altri, anch’essa una delle maggiori attrazioni per la città che la ospita. Alta più di 97 metri, con una pendenza di ben 2,23 metri in direzione ovest, con al suo interno una scalinata di ben 498 gradini.

Torre degli Asinelli
La Torre degli Asinelli di Bologna

Spostandosi a Firenze, invece, si trova una altra caratteristica attrazione come la Torre storta di Figline Valdarano. In piazza Marsilio Ficine, infatti, all’interno del Palazzo Pretorio, vi è questa torre merlata anche essa soggetta a pendenza dovuta al cedimento del terreno.

Verso sud, arrivando fino al centro Italia, a Roma, troviamo la Torre delle Milizie. E’ questa, quasi sicuramente, una delle torri più antiche della città. Anche questa attrazione turistica presenta la classica pendenza e si trova vicino alla chiesa di Santa Caterina. Questa torre presenta una inclinazione davvero notevole eretta nel XIII secolo.

Altri campanili simili si trovano poi ancora a Pisa come per la Torre della chiesa di San Nicola e il Campanile di San Michele degli Scalzi. Ancora a Venezia ilCampanile della chiesa di Santo Stefano e quello inclinato di San Giorgio dei Greci. Ultimo, in questa speciale classifica, non di certo per questo meno meritevole di menzione dei precedenti, è il Campanile della Chiesa di San Martino (Burano).