Mozzarella in carrozza? Si, ma light!

E’ uno dei comfort food per eccellenza. Ma prevede la frittura e col caldo friggere è una tortura! La soluzione? La cottura in forno!

Mozzarella in carrozza al forno. Foto Web Source

Il risultato è davvero molto simile all’originale. Provare per credere!

Misteriose origini

La sola cosa certa di questa ricetta è che fu inventata in Campania, sebbene anche a Venezia se ne faccia largo consumo e nonostante i tentativi di alcune zone del Lazio di attribuirsene la paternità. Ma come sia nata e quando resta un mistero. Tante sono le ipotesi. Alcune farebbero risalire la ricetta addirittura al Medioevo. Altre parlano di una ricetta nata per caso durante l’Ottocento.

Mozzarella di Bufala. Foto Web Source

In pratica durante il lungo viaggio, rigorosamente su carretti, dai caseifici ai negozi la mozzarella di bufala (che è poi l’ingrediente principale della ricetta originale insieme al pane) perdeva la sua freschezza arrivando a destinazione ancora mangiabile ma leggermente inacidita, quindi adatta esclusivamente al consumo previa cottura. Si pensò quindi di unire la mozzarella al pane casereccio del giorno prima e così nacque questa gustosissima ricetta di recupero. La ricetta originale prevede la frittura, noi invece cuoceremo tutto in forno.

Anche il nome della ricetta non ha origini certe. C’è chi dice che quel “in carrozza” indichi proprio le origini del piatto: mozzarella che viaggia in carrozza verso i negozi. Altri dicono che si chiami così perché, in origine, il pane utilizzato per preparare la ricetta era rotondo e ricordava la ruota di un carro.

Come si prepara

Come detto è una ricetta di recupero per cui per prepararla occorrerebbero Mozzarella di Bufala del giorno prima e pane casereccio del giorno prima. Ma se si vuole prepararla con ingredienti freschi allora, per sfamare 8 persone,  bisogna procedere così:

  • 400 grammi di Mozzarella di Bufala (o di Fiordilatte) tagliata a fette non molto spesse asciugate alla perfezione
  • 32 fette di Pancarré 
  • Sale e Pepe q.b.
  • uova sbattute
  • 400 ml di latte
  • Pangrattato q.b.

Iniziamo preparando la nostra linea: in una ciotola mettiamo il latte, accanto alla ciotola col latte quella con le uova sbattute condite con sale e pepe, accanto alla ciotola con le uova quella con il pangrattato ed accanto al pangrattato una teglia da forno (o due a seconda della grandezza) foderata con carta forno. Preriscaldiamo il forno. Dopo aver affettato ed asciugato la mozzarella (per asciugarla basta metterla in un colino ed aspettare) bisogna dedicarsi al pane. Si può tagliare la crosta esterna o meno. Ora bisogna comporre questo sandwich: e quindi bisogna mettere la fetta (o le fette, in base alla grandezza) di mozzarella tra due fette di pancarré e cercare di pigiare bene sui bordi. Poi bisogna passare il sandwich prima nel latte, poi nell’uovo e infine nel pangrattato. Fatto questo lo si può adagiare in teglia. Una volta preparate tutte le porzioni basta mettere la teglia in forno statico a 200° per 15 minuti.