Carta solidale: si parte il 18 luglio | A chi va e come ottenere il sostegno

Dal 18 luglio sarà disponibile la carta solidale. Si tratta di un contributo di 382,50 euro per 1,3 milioni di famiglie. Di seguito tutto ciò che devi sapere.

Si tratta di una tessera Poste Pay, una carta di pagamento elettronico prepagata e ricaricabile. Chi la riceverà, a partire dal 18 luglio, troverà 382,50 euro disponibili da spendere.

carta solidale 2023
carta solidale 2023: un contributo per le famiglie di 382,50 euro

Il contributo riguarda 1,3 milioni di famiglie. I soldi potranno essere spesi per l’acquisto di beni alimentari. La tessera prepagata avrà un credito disponibile di 382,50 euro.

A chi spetta la carta solidale

Ci siamo quasi. Secondo dati e tempi indicati dall’Inps, l’istituto previdenziale, entro il 7 di luglio, in questa settimana, quindi, verranno rese pubbliche le graduatorie dei beneficiari. Per ciascun Comune, infatti, entro la prima settimana del mese, saranno pubblicate le graduatorie delle famiglie beneficiarie. L’Inps, dovrà, poi, provvedere alla trasmissione di queste liste alle Poste Italiane. Saranno queste ultime, infatti, ad espletare tutte le attività di competenza affinché ai beneficiari arrivi la carta solidale, ossia la carta prepagata Posta Pay con il credito disponibile.

Le poste italiane entro il 15 del mese dovranno portare a compimento le proprie attività per trasmettere all’istituto di previdenza tutti i codici relativi alle carte. Pubblicate le liste definitive con relativi codici per ogni beneficiario, da parte dell’Inps, sarà, poi dovere di ogni Comune, provvedere alle relative comunicazioni.

Sarà il Comune di appartenenza, infatti, a comunicare alle famiglie la disponibilità del contributo e dare tutte le indicazioni necessarie affinché, le carte fisiche, siano ritirate dai beneficiari presenti in graduatoria, presso gli uffici postali.

carta solidale spesa

Per le famiglie, con Isee fino a 15.000 euro il cui nucleo familiare è composto dal almeno 3 persone, sarà quindi possibile usufruire di questo contributo di 382,0 euro. Il credito presente sulla carta prepagata potrà essere utilizzato per l’acquisto di generi alimentari, ovviamente esclusi gli alcolici.

I requisiti del contributo una tantum

Si tratta di un contributo una tantum per venire incontro alle necessità delle famiglie più in difficoltà economiche. Le famiglie beneficiarie, infatti, sono state selezionate direttamente dall’Inps, in base a requisiti specifici come il valore dell’Isee e la composizione del nucleo familiare. I criteri sono stati direttamente tramite decreto ministeriale del 18 aprile 2023.

Il contributo di 382,50 euro della carta solidale potrà essere speso presso appositi esercizi commerciali convenzionati. Per tutti coloro che hanno, quindi, un indicatore della situazione economica equivalete (Isee) fino a 15.000 euro e rientrino negli altri requisiti, sarà possibile, quindi beneficiare di questi 500 milioni di euro messi a disposizione dal Governo.

Questi fondi sono stati previsti nella legge di bilancio 2023. Con la legge 197/2022 si sono istituiti, infatti, tali fondi, a disposizione del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste. Fondi, appunto, destinati all’acquisto di beni alimentari di prima necessità.