Attenzione al colesterolo “cattivo” | A tavola lo sconfiggi con questo metodo

Evitare o ridurre il consumo di questi cibi ti aiuterà a vincere la lotta al colesterolo cattivo. Ecco gli alimenti da tenere a distanza.

Colesterolo a tavola. Foto Web Source

Con pochi accorgimenti potrai ridurre drasticamente il colesterolo cattivo.

Colesterolo “cattivo”

Ne senti parlare ovunque ma non sai di cosa si tratti? Ora ti spiego brevemente che cosa si intende per colesterolo “cattivo”. Per prima cosa chiamiamolo col suo nome ufficiale: Colesterolo ldl. Si tratta di una lipoproteina a bassa intensità che si occupa del trasporto lungo tutto il sistema cardiocircolatorio di colesterolo e trigliceridi che, sebbene in quantità contenute, devono comunque essere presenti nel nostro organismo.

Obesità. Foto Web Source

Se però in corpo circola troppo colesterolo ldl allora queste particelle possono ossidarsi ed andare a depositarsi nei vasi arteriosi. Le conseguenze possono essere tante: innanzitutto il deposito di colesterolo ldl, a lungo andare, occlude le vene impedendo il passaggio del sangue. Può anche andar peggio: queste particelle ossidate possono staccarsi dal fondo dei vasi e circolare liberamente nel corpo. In questo modo potrebbero andare ad instaurarsi nei piccoli vasi sanguigni impedendo il flusso sanguigno ad una parte specifica del corpo. E quindi quello di trombosi più che un rischio è una certezza.

I cibi da evitare

PREMESSA: nessun cibo di per sé è dannoso e, ovviamente, nessuno dei cibi che trovi in negozi e supermercati é messo sugli scaffali per nuocere alla salute. Il problema è sempre e comunque legato alle quantità. Mangiare uno S’more al falò di Ferragosto non ti fa male. Mangiarne 10 al giorno tutti i giorni si. Così come, a meno che tu non abbia delle patologie o delle allergie tali da impedirti il consumo degli alimenti che ti elencherò, mangiarne moderatamente male non ti farà.

Fatta la premessa vediamo quali sono i cibi che possono far aumentare i livelli di Colesterolo cattivo.

Carni grasse

Carne rossa, insaccati, pancetta e simili sebbene siano davvero gustosi non fanno certamente bene al nostro sistema cardiocircolatorio ed indipendentemente dal colesterolo andrebbero consumati con estrema parsimonia. Stando alle Linee guida della sana alimentazione questa tipologia di carne andrebbe consumata in minime dosi e solo una volta a settimana.

Prodotti lattiero- caseari interi

Formaggi, burro, panna e latte intero li abbiamo consumati tutti in abbondanza quando eravamo piccoli. Hanno varie proprietà nutritive importanti ma sicuramente non aiutano chi combatte contro il colesterolo cattivo. Ognuno di questi cibi ha, ormai, la sua alternativa light o addirittura vegetale.

Snack e fritti

Si tratta di quei cibi che non mangi per fame ma per noia o per stress. Sai che non ti fanno bene ma sono così appetitosi che non riesci a farne a meno.

Patatine fritte. Foto Web Source

Inutile che ti scriva che questi cibi fanno male, lo sai benissimo da solo. Posso però consigliarti cosa mangiare se vuoi sgranocchiare qualcosa che non sia pieno di grassi totalmente inutili. Quando arriva l’attacco di fame o quando hai proprio voglia di sgranocchiare qualcosa buttati sulle verdure! So che ti sembra incredibile ma funziona! Sgranocchia una carota o un finocchio o dei cetrioli. Anche il pop corn (fatto in casa e senza burro, zucchero, caramello, cioccolato eccetera) può essere una sana alternativa.