Sotto l’ombrellone coi giochi del passato | Le regole della Briscola

E’ uno dei giochi di carte più conosciuti in Italia. L’ideale per passare le lunghe giornate estive. Ma tu le conosci le regole della Briscola?

Le varianti regionali sono tantissime. Io ti propongo la versione ufficiale.

Cosa serve

Ti servirà un mazzo da 40 carte italiano. Si può giocare in due o in quattro a coppie di due. Ricorda che in questo gioco le carte 2, 4, 5, 6 e 7 non hanno valore (sono dette liscio. Personalmente le chiamo scartine),il 3 vale 10 punti, l’asso ne vale 11, il Re 4, il cavallo 3 e il fante 2. A conti fatti il punteggio massimo risulta 120 punti, dunque vince la mano il giocatore (o la squadra) che ottiene almeno 61 punti.

Se si è in quattro bisogna formare le due coppie. Bisogna che i membri della stessa coppia siedano l’uno di fronte all’altro. Fatto questo bisogna scegliere un mazziere. Il modo più semplice per sceglierlo sta nel metodo “quattro denari“: si distribuiscono le carte scoperte ai giocatori (giro in senso antiorario, una carta alla volta) e ci si blocca quando esce il quattro di denari. Chi lo prende diventa il primo mazziere.

Come si gioca

A questo punto il mazziere mischia per bene il mazzo e distribuisce le carte. Ne darà tre ad ogni giocatore. Fatto questo dovrà porre, scoperta, una carta sul tavolo e metterci sopra in modo da coprirla per metà il mazzo di carte. Quella carta rappresenterà il seme di briscola e sarà l’ultima carta ad essere pescata.

Anziani che giocano a carte. Foto Web Source

Si procede in questo modo: seguendo il senso antiorario inizia a giocare chi si trova a destra del mazziere. Ogni giocatore cala una sola carta per mano. Si può calare il seme di briscola o, in mancanza di carte col seme di briscola, un qualunque altro seme. Vince la mano chi avrà calato la carta dal valore più alto. Attenzione però: questa condizione si viene a creare se sul tavolo ci sono tutte carte col seme di briscola o carte di semi diversi senza avere sul piatto il seme di briscola. Se sul tavolo c’è un seme di briscola e tre carte di semi diversi il seme di briscola si aggiudica il piatto.

Il giocatore che si aggiudica la mano pesca per primo una nuova carta dal mazzo e così fanno, sempre in senso antiorario, anche gli altri giocatori. Durante il gioco, anche se non è prettamente corretto farlo, le coppie di giocatori possono farsi cenni o pronunciare determinate parole precedentemente concordate per potersi aiutare a vicenda.