Voli e Jet Lag: arriva la novità per combattere il fastidioso malessere

Voli e Jet Lag sono un binomio poco piacevole. La fastidiosa condizione si manifesta dopo lunghi viaggi in aereo a causa dei fusi orari ecco, però, come combatterla.

C’è una novità incredibile, un rimedio portentoso per combattere e superare il fastidioso malessere, chiamato appunto Jet Lag, pur attraversando vari fusi orari.

Voli e Jet Lag

Quando si attraversano vari fusi orari (solitamente almeno più di due), la condizione medica denominata Jet Lag si verifica con sintomi e caratteristiche davvero poco piacevoli.

Voli e Jet Lag: ecco come combattere il malessere

Si tratta, infatti, di una vera e propria condizione medica con tutte le conseguenze che questo comporta. Il jet lag conosciuto anche con nomi diversi, alcuni molto più scientifici, come ad esempio discronia, disritmia o disincronosi circandiana, rappresenta lo scompenso che, l’orologio biologico presente dentro ognuno di noi, manifesta nel caso di cambiamento di fuso orario.

In pratica la sincronizzazione naturale del nostro organismo basata sull’alternanza luce-buio, evidentemente regolata dal sole, ci rende attivi al mattino, regola il nostro senso di fame, la produzione di urina ed anche la nostra pressione sanguigna. Viaggiando, però, attraverso più fusi orari questo meccanismo naturale si inceppa e pur essendo capace di autoregolarsi da solo nel ritrovare il suo corretto equilibrio ci espone a tutta una serie di disturbi.

Nel mentre il nostro organismo si abitui al fuso orario, ritrovando il perfetto equilibrio, saremo esposti a disturbi del sonno, problemi gastrointestinali, senso di malessere, stanchezza. Oggi, però, ci sono degli autentici rimedi per farci combattere questi disturbi da jet lag.

Ad affermarlo, in particolare, è una compagnia aerea australiana. La Qantas, infatti, esposta a viaggi di almeno 20 ore, coprendo la tratta New York-Londra-Sydney e viceversa, ha clienti che si trovano, inevitabilmente, esposti e colpiti dal jet lag. Ecco del perché, la compagnia australiana, ha studiato dei veri e propri rimedi.

volo e jet lag

Secondo la compagnia aerea e, soprattutto, a seguito di testa fatti su alcuni voli durante il 2019, studiando dei voli specifici si potrà evitare l’esposizione dei propri clienti al jet lag o comunque alleviarne i disturbi. Mediante alcune modifiche all’ambiente di volo ed altri accorgimenti, da quanto raccontato al Washington Post, si può rimediare ai fastidi riportati dopo l’attraversamento di fusi orari.

Le modifiche apportate dalla compagnia aerea

Le modifiche apportate dalla compagnia riguardano, innanzitutto, il sistema di illuminazione. Questo servirebbe alle persone, durante il viaggio, ad abituarsi al fuso orario della destinazione finale. Altre modifiche riguardano gli spostamenti degli orari dei pasti e, soprattutto, il tipo di bevande e cibi forniti.

La ricercatrice Svetlana Postnova, esperta di alimentazione e circolazione cardiaca al Charles Perkins, infatti, ha svelato che l’utilizzo di peperoncino, cioccolato, spezie e caffeina sarebbe servito ad aumentare la concentrazione dei passeggeri mentre per facilitargli il sonno hanno usato alimenti quali latticini, pane, e bevande senza caffeina. Per i passeggeri che da New York si sono spostati a Sydney, in parole povere, l’esposizione alla luce è stata maggiore, dopo aver consumato poi un pasto all’inizio del volo, sono stati avvolti da 10 ore di buio pesto. La sveglia e la colazione prima dell’atterraggio in Australia, poi, avrebbe fatto il resto.

A questo va aggiunta la possibilità, data ai passeggeri, di fare un minimo di attività fisica e stretching. A conclusione di quella che, per ora, è stata una sperimentazione, il risultato sul benessere e la salute dei passeggeri avrebbe dato risultati interessanti, stando a quanto dichiarato dall’equipe medica.