Camminare sulla spiaggia: cosa succede se lo fai spesso

Tra le attività che si possono fare in vacanza per tenersi in forma c’è sicuramente camminare sulla spiaggia. Comunemente definita beach walking.

Camminare sulla spiaggia, è un vero toccasana per la nostra salute e per le nostre gambe. I benefici del camminare a piedi nudi sul bagnasciuga, infatti, sono tantissimi.

Camminare sulla spiaggia

Il consiglio, quindi, è quello di ascoltare l’opinione degli esperti e ritagliarsi un po’ di tempo per questa attività piacevole che tonifica, brucia calorie e apporta tanti benefici.

I benefici della camminata sulla spiaggia

Una sana alternativa alle chiacchierate sotto l’ombrellone, o ai classici giochi estivi magari da fare in acqua, è la camminata sulla spiaggia. A piedi nudi sulla battigia mentre il mare ci accarezza la pelle o meglio ancora camminare immersi fino alle ginocchia si rivelerà un toccasana utile per tutto l’anno.

Sono diversi, infatti, i vantaggi di questa che può essere considerata in tutto e per tutto una vera e propria attività fisica. Quella che si rivelerà una passeggiata rilassante e piacevole, infatti, sarà capace di bruciare calorie molto più di una classica passeggiata. Passeggiare sulla sabbia morbida che presenta dislivelli farà molto bene alla nostra circolazione, sarà un autentico massaggio plantare in grado di apportare benefici ai nostri piedi ed alle nostre gambe.

Questo tipo di camminata, poi, migliorerà il nostro equilibrio facendoci prendere consapevolezza di come appoggiamo i piedi in terra. L’essere a piedi nudi sui granelli di sabbia con l’acqua del mare che li bagna farà sì che le cellule morte della pelle verranno facilmente rimosse. Anche i muscoli saranno tonificati, specialmente se il nostro beach walking sarà fatto immergendoci nell’acqua del mare fino alle ginocchia.

Come camminare sulla spiaggia correttamente

Ad essere tonificati saranno i muscoli delle gambe e dei glutei. La camminata sulla spiaggia, inoltre, grazie proprio alla sua modalità è in grado di contrastare il ristagno dei liquidi, questo è un grande aiuto per combattere la cosiddetta pelle a buccia d’arancia. Il massaggio plantare, prodotto proprio da questo tipo di camminata, nel migliorare la circolazione sanguigna donerà anche sollievo da affaticamento e stanchezza.

Per ricevere tutti i benefici che questo tipo di camminata, di passeggiata, porta con se devi comunque eseguirla, per così dire, nel modo giusto. Bisogna prestare molta attenzione alla postura. Una postura idonea, infatti, è alla base di questa attività fisica. Ecco che le spalle basse e la testa eretta con lo sguardo in avanti sono alla base della giusta camminata sul bagnasciuga. Non bisogna mai avere la testa protesa e le braccia lungo i fianchi devono poter leggermente oscillare.

camminare sulla spiaggia
Photo web source

Questo tipo di camminata, poi, considerando che siamo in vacanza e deve risultare piacevole, può essere fatta a giorni alterni per una ventina di minuti al giorno, anche a giorni alterni. L’ora in cui eseguire la camminata è indifferente. Viene da se, però, che evitare le ore centrali della giornata dove il sole è forte, seppur siamo in riva al mare, sarebbe l’ideale.

Impostazioni privacy