Fango, detriti e dispersi | La valanga ha sconvolto la nota località montana – Video

Una valanga di detriti e fango, probabilmente staccatasi in quota, si è riversata su Bardonecchia, proveniente dal rio Merdovine. Il bilancio iniziale di cinque dispersi a seguito dell’esondazione è stato poi aggiornato.

Probabilmente proveniente da un ghiacciaio, la frana che si è creata ha fatto poi esondare il fiume, il Rio Merdovine, anche noto come torrente del Frejus, che ha imperversato con le sue acque fangose nella località turistica.

All’arrivo dell’ondata di fango e detriti, poco dopo le 22, a Bardonecchia la pioggia era cessata già dal pomeriggio, e infatti a quell’ora già molte persone erano in strada, anche per via dei festeggiamenti per la festa del patrono del paese, S. Ippolito.

Il bilancio dei dispersi e degli sfollati a causa della valanga di fango e detriti

Si contavano inizialmente 5 dispersi e 120 sfollati, prima che venissero rintracciati tutti e i cinque dispersi.

Ad annunciarlo, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio: “Sono in diretto contatto con la sindaca di Bardonecchia Chiara Rossetti, che mi ha confermato che non ci sono vittime”. A Bardonecchia “i danni sono rilevantissimi e ho già sentito il vice premier Antonio Tajani che ha fin da ora dato la disponibilità del governo a fare la propria parte per aiutarci ad affrontare questa situazione“.

Fango Bardonecchia
photo web source

Bardonecchia reagisce al momento di criticità

Momenti di paura intensa vissuti da cittadini e turisti. Inoltre si apprende di diversi i danni a strade e ponti, danneggiamenti al commissariato di polizia, e di alcuni alberghi.

Il Comune di Bardonecchia ha reso attivo il Centro Operativo Comunale (C.O.C.), per il coordinamento degli interventi delle forze dell’ordine, di Croce Rossa Italiana e Soccorso Alpino. In corso, inoltre, sono ancora le operazioni di reperimento dei veicoli trascinati dalla corrente che erano state interrotte stanotte alle ore 2.30 e che sono poi tempestivamente riprese stamattina alle 7.

Il video dei danni

Impostazioni privacy