Non c’è pace per la California | La peggiore calamità naturale degli ultimi dieci anni

A tormentare la California nelle ultime ore disastri naturali senza precedenti. Spiagge chiuse, abitanti preoccupatissimi.

Danni della tempesta Hilary. Foto Web Source

Ultimi aggiornamenti sui disastri che hanno colpito il Golden State.

Ultime novità

Non c’è pace per la California. A funestarla delle calamità naturali di fortissima intensità. Calamità forti al punto tale che dagli uffici dei servizi di emergenza del governatore della California affermano che era da più di dieci anni che non si verificavano degli eventi così estremi.

Danni della tempesta Hilary. Foto Web Source

Ma cosa sta accadendo? Per prima cosa nelle ultime ore è arrivata, direttamente dal Messico, la tempesta tropicale Hilary. Da domenica sono state mobilitate migliaia di unità dei servizi di emergenza e da domenica lo stato nordamericano è interessato da piogge e venti di fortissima intensità. Già un terzo dei voli in partenza dall’aeroporto di San Diego sono stati cancellati. Ma, come se non bastasse, poche ore fa nei pressi della città di Ojai nel sud dello stato si è verificato un grosso terremoto. Gli esperti riferiscono che il sisma si sia assestato sui 5.1

Tormentato Golden State

L’estate non è mai un bel periodo per gli abitanti della California. Ma di solito a dare preoccupazione agli abitanti dello “stato dorato” sono siccità ed incendi non certamente alluvioni e tempeste come è capitato quest’anno. Triste il destino di uno degli stati più iconici e famosi degli Stati Uniti. Tanto famoso ed adorato dai turisti di tutto il mondo quanto funestato da ogni genere di calamità naturale.

Incendio in California. Foto Web Source

Come dicevamo è territorio soggetto assai spesso ad episodi di prolungata siccità, incendi, anche vasti, sono all’ordine del giorno ma non dimentichiamo che la California è anche terra fortemente sismica. Non dimentichiamo che è lì che si trova la celeberrima faglia di Sant’ Andrea ed è lì che, si presuppone, presto o tardi arriverà quello che i giornalisti hanno soprannominato il Big One ovvero un devastante e catastrofico terremoto.

Perché Sant’Andrea fa così paura?

Quella di San Andreas è una faglia particolare perché molto grande e perché si muove in maniera particolare. E’ grande poiché coinvolge due placche tettonichepacifica e nordamericana. E’ particolare perché le due placche non scorrono l’una sull’altra ma lateralmente (insomma si strusciano).

La faglia di San Andreas- Foto Web Source

A causa di questo movimento i due blocchi tendono ad accumulare tantissima energia che ogni tanto viene violentemente rilasciata generando dei terremoti anche di forte intensità. E proprio per questo gli esperti sono certi che, ovviamente non si sa quando, l’energia rilasciata dalla faglia sarà tale da dar luogo ad un evento sismico senza precedenti: un Big One che supererà il settimo grado di intensità. Non si tratta di una previsione da menagramo ma una concreta possibilità: già nel 1906 San Francisco venne rasa al suolo da un terremoto di 8.3.

Impostazioni privacy