Bonus Scuola e Libri | Chi può richiederlo e come utilizzarlo

Iniziano a circolare i bandi regionali per ottenere il Bonus per i libri di scuola per l’anno accademico 2023-2024. Come funzionano?

Bonus libri
photo web source

Le famiglie hanno la possibilità di richiedere un contributo economico, voucher o rimborso per sostenere i costi dei libri di testo dei propri figli, ma solo se soddisfano requisiti specifici. Questi benefici possono essere ottenuti presso l’ente regionale o comunale di residenza.

A chi andrà il bonus libri?

Il bonus libri scolastici rappresenta un aiuto concreto per le famiglie che devono affrontare i costi dell’acquisto dei libri di testo per i loro figli. Questo sostegno viene erogato tramite le Regioni di residenza degli studenti e dei loro nuclei familiari.

In generale, i requisiti per ottenere il bonus variano leggermente da Regione a Regione. Di fatto, in linea di massima, i beneficiari sono le famiglie con figli iscritti a scuole secondarie di primo e secondo grado, sia statali che paritarie. Rientrano tra le istituzioni ammissibili anche le scuole formative accreditate che offrono percorsi triennali o quadriennali di istruzione professionale.

bonus scuola
photo web source

Come funziona il bonus libri di scuola nelle Regioni?

È importante notare che la maggior parte dei bandi è destinata a famiglie a basso reddito. In alcune Regioni, possono essere inclusi anche i percorsi formativi duali, che consentono agli studenti di lavorare mentre studiano.

Ad esempio, nella Regione Calabria, il bonus libri è noto come “Voucher Io Studio” e varia in base all’ISEE del nucleo familiare. Mentre nella Regione Lazio, il bando scade il 15 ottobre 2023 e si rivolge agli studenti con un ISEE fino a 15.493,71 euro.

Continuando nella disamina, tra i vari provvedimenti, nella Regione Emilia Romagna le richieste possono essere inviate a partire dal 5 settembre fino al 26 ottobre 2023 tramite la piattaforma “Ergo Scuola“.

Il bonus che riguarda i libri di scuola rappresenta un aiuto concreto per le famiglie italiane, alleviando il peso dei costi dei libri di testo. Tuttavia, è importante monitorare attentamente i bandi regionali e rispettare le scadenze per garantire la partecipazione a questa opportunità di sostegno finanziario.