San Marino è in Festa | Ecco cosa accade nel giorno più importante della Repubblica

Grande festa a San Marino nel giorno della ricorrenza della Fondazione della Repubblica e del Santo Patrono: tutti gli appuntamenti da non perdere.

Festa Repubblica di San Marino
photo web source

Il 3 settembre l’antica Repubblica di San Marino si prepara a celebrare con gioia la Festa del santo Patrono e il Giorno della Fondazione della Repubblica, avvenuta nel lontano 301 d.C. L’atmosfera festosa avvolge il pittoresco Centro Storico, dove residenti e visitatori si riuniranno per un’esperienza indimenticabile che unisce la spiritualità, la cultura e la tradizione.

Tutti gli appuntamenti della Festa di San Marino

La Basilica del Santo, un luogo di significato religioso e storico, sarà il luogo della Santa Messa Solenne, presieduta alle 10.00 dal Vescovo diocesano S.E. Mons. Andrea Turazzi. La Corale di San Marino accompagnerà la cerimonia con la sua magnifica voce, e tra gli illustri presenti si annovera l’Eccellentissima Reggenza.

La celebrazione proseguirà con una suggestiva Processione attraverso le pittoresche contrade, dove sarà esposta la Reliquia del Santo. La mattina proseguirà con una Lettura del Bando dei Balestrieri alle ore 10.30, mentre alle 14.30 il Corteo Storico prenderà il via da Porta San Francesco, offrendo una straordinaria visione delle tradizioni e dell’identità di San Marino.

San Marino
Una fase del corte all’interno della Cave dei Balestrieri – Photo by Visit San Marino

Nel pomeriggio, alle 15.00, la Basilica del Santo si animerà nuovamente con la Preghiera dei Balestrieri e la Benedizione con la Reliquia del Santo, un momento di profonda spiritualità legato alle tradizioni locali. Alle 15.30, presso la Cava dei Balestrieri, prenderà vita il Palio delle Balestre Grandi, con giochi di bandiere, musica e figuranti. Rappresentanti dei nove Castelli della Repubblica si sfideranno in una gara appassionante, dimostrando abilità e competenza nel tiro con la balestra.

La giornata proseguirà con momenti di preghiera alla Basilica del Santo, alle 17.00, seguiti dalla suggestiva Sfilata del Corteo Storico nelle contrade alle 17.15. La piazza della Libertà si farà eco di suoni e emozioni alle 17.30, quando la Banda Militare della Repubblica di San Marino si esibirà in un concerto diretto dal Ten. M° Stefano Gatta e con la voce di Sara Jane Ghiotti.

La festa continua a San Marino, con gli appuntamenti serali

La serata continuerà in un’atmosfera di convivialità e gioco, con la Grande Tombola delle 19:00 che mette in palio premi significativi: € 15.000, € 7.500 e € 2.500. Una festa che coinvolge tutti, dove la partecipazione è alla portata di tutti con un prezzo di € 5 a cartella.

La serata si anima con un concerto presso il Campo Bruno Reffi, dove alle 21.30 Mario Venuti & Full Band si esibiranno in un live coinvolgente, presentato da Roberta Di Lorenzo. L’ingresso sarà a offerta libera, e i proventi saranno destinati alla Biblioteca Comunale “Loris Ricci Garotti” di Sant’Agata sul Santerno, una struttura fortemente colpita dall’alluvione che ha colpito l’Emilia Romagna. In caso di maltempo, il concerto avrà luogo presso il Teatro Concordia di Borgo Maggiore.

La notte culminerà in uno spettacolo pirotecnico mozzafiato alle 23:30, illuminando la volta celeste sopra San Marino, donando a tutti gli spettatori un momento magico da vivere insieme.

Breve storia della Repubblica

Tutti pronti? Ma torniamo un attimo indietro nel tempo e ripercorriamo la storia della Repubblica di San Marino. In un territorio limitato a 62,2 chilometri quadrati, la Repubblica di San Marino si erge come un micro Stato, classificandosi come il terzo più piccolo al mondo. La sua dimensione è 20 volte minore rispetto quella di Roma (1285 chilometri quadrati). Situata tra l’Emilia Romagna (nella provincia di Rimini) e le Marche (vicino a Pesaro), questa affascinante Repubblica accoglie una comunità di circa 34.000 abitanti.

L’origine del nome di questa Repubblica trova radici nel suo fondatore, San Marino, uno scalpellino dalmata che si stabilì in Italia nel III secolo d.C. Dopo aver contribuito alla ricostruzione delle mura di Rimini e aver trovato rifugio dalla persecuzione contro i cristiani, Marino si ritirò sul Monte Titano, dove svolse un ruolo cruciale nella costruzione di una chiesa e nella diffusione del cristianesimo. Le leggende raccontano che Marino ottenne protezione divina contro le minacce e, in seguito, fondò la Repubblica di San Marino il 3 settembre del 301 d.C., un atto che sancì la sua indipendenza sia dall’Impero Romano che dallo Stato Pontificio.

Consiglio grande generale di San Marino
Consiglio grande generale di San Marino – Photo web source

Questa indipendenza fa di San Marino uno Stato unico, riconosciuto come patrimonio mondiale dall’UNESCO dal 7 luglio 2008. Il sistema di governo, dalle origini antiche, è caratterizzato dalla figura dei Capitani Reggenti, che governano la Repubblica in maniera diarchica. Questi sono eletti dal Consiglio Grande e Generale e presiedono l’organo esecutivo, il Congresso di Stato, composto dai segretari di Stato.

Se vuoi saperne di più leggi >>> QUI la storia di San Marino