L’Italvolley s’inceppa in finale | Ecco cos’è successo contro la Polonia

La rivincita è servita. Stavolta l’Italvolley non riesce ad imporsi sui polacchi: la festa ce la fanno loro, davanti al pubblico di casa, per giunta.

Photo web source

E pensare che era tutto già pronto per far esplodere la gioia degli Azzurri, ma all’Italia non va bene quasi nulla: i polacchi, invece, paiono la macchina perfetta. Wilfredo Leon, schiacciatore cubano naturalizzato, è perfetto, così come i suoi compagni: Polonia-rullo compressore, spietata e pronta ad arginare le rimonte (mancate) dei Nostri.

Roma, capitale della Polonia

L’Italia stavolta affonda, cadendo un set dopo l’altro, cedendo all’organizzazione ed alla compattezza degli avversari: e pensare che Leon, pallavolista in forza al Sir Safety Perugia, non aveva vinto mai molto da quando è in Nazionale (solo una Nations League), eppure. Eppure si rifà con gli interessi, annichilendo con la sua nazionale i padroni di casa, davanti ad un pubblico amico. La nostra nazionale soffre molto in ricezione, non riuscendo poi a sfondare le linee rosse in battuta; anche il confronto a muro non raggiunge la sufficienza, molte palle passano la barricata, oppure schiantano la resistenza a muro degli azzurri.

L’assetto che Nikola Grbic, l’allenatore polacco, ha dato alla sua squadra funziona a meraviglia fin dal primo set: l’Italia si trova fin da subito ad inseguire, con il c.t. De Giorgi che si ritrova anche Roberto Russo, centrale e compagno di squadra di Leon al Perugia, a stringere i denti per problemi muscolari.

Rivincita coi fiocchi

La serata italiana è stregata: in un PalaEur con 11.300 spettatori (record d’incasso), con milioni spettatori collegati via etere, e sotto gli occhi del Presidente Mattarella, la nostra nazionale non può fare altro che alzare bandiera bianca, dopo il trionfo di due anni fa a Katowice. Lo scettro continentale è reso ai polacchi, che se lo son meritato tutto: come detto, troppo organizzati, molto più tranquilli nella gestione dei set, rispetto agli azzurri.  Per la Polonia è il secondo Europeo portato a casa, dopo quello vinto nel 2009, ma è anche una importante rivincita sugli italiani di De Giorgi, ad un anno dalla finale del mondo persa contro i Nostri.

Photo web source

Lacrime romane

In lacrime, davanti al pubblico romano, ci è finita l’Italia intera: 3-0 il finale, terno secco, con parziali di 25-20, 25-21, 25-23 a favore dei polacchi. Nel corso del 2023 le due nazionali si erano affrontate ben due volte, la prima a Rotterdam nella Volleyball Nations League (vittoria polacca anche lì) e poi lo scorso 20 agosto al Memorial Wagner, a Cracovia, con l’Italvolley ad imporsi per 3 set a 1.

All’Italia resta il podio d’argento, con la consapevolezza che fra un anno, a Parigi, ci sono  le condizioni per inseguire la vittoria alle Olimpiadi: troppi anni che i cinque cerchi ci sfuggono, sbagliare non è più concesso.