Straordinaria rievocazione storica | ASI MiliShow, la 26ma edizione per non dimenticare mai

L’ASI MiliShow un grande appuntamento con la storia questo rappresentato da questo raduno di veicoli militari. Dall’Emilia-Romagna alla Repubblica di San Marino.

Quest’anno, la 26esima edizione di questa kermesse, ha voluto ripercorrere la “Linea Gialla”, il fronte della seconda guerra mondiale dove si combatté una aspra battaglia nel 1944.

L'ASI MiliShow 2023

Sulle strade della storia, insomma, con veicoli militari, uniformi originali, rievocazioni, per non dimenticare e perché tragedie del passato non si ripetano.

L’ASI MiliShow: mostra di veicoli militari per non dimenticare

Un grande appuntamento da non perdere, questo è stato come ogni anni, l‘ASI MiliShow, per tutti gli appassionati di veicoli militari e di storia. L’ASI MiliShow 2023, organizzato dall’Automotoclub Storico Italiano con l’Automotomobile Club San Marino, l’Automotoclub Storico Sanmarinese, il Gruppo Storico SPA e l’Adriatic Veteran Cars Club, un grande evento del weekend romagnolo e sammarinese.

Veicoli militari in buone condizioni e originali, sono arrivati da ogni parte d’Europa. Sono stati almeno 50 i veicoli coinvolti sulle strade, tra l’Emilia-Romagna e San Marino, nella storica rievocazione della linea gialla.

asi milishow di San Marino
Un veicolo dell’ASI MiliShow con donne che indossano uniforme di crocerossine per la rievocazione storica

La linea gialla era un vero e proprio fronte, un sistema di difesa costruito dai tedeschi lungo la costa adriatica, che bisognava sfondare per sfuggire alle fortificazioni naziste. Alcune delle principali città che facevano parte della linea di difesa nazista erano Ancona, Pesaro, Rimini, Bologna e Venezia.

La battaglia della Linea Gialla

Queste città erano fortificate e difese con bunker, reti di fortificazioni e trincee, per impedire l’avanzata degli alleati. La rievocazione storica di quest’anno dell’ASI MiliShow va proprio alla storica battaglia del 1944.

Fu una fase cruciale della seconda guerra mondiale. Le truppe alleate in particolare americane e britanniche insieme ai partigiani italiani si scontrarono con le forze tedesche lungo la vallata del torrente Ausa. Era l’accesso alla pianura Padana con una scarpata ininterrotta che va da Covignano sopra Rimini fino a Montecieco e a San Marino per una lunghezza di circa 30 chilometri.

Un evento, insomma, dedicato agli appassionati di veicoli militari e, soprattutto della storia. Con l’obiettivo di rievocare la storia e la cultura della Seconda Guerra Mondiale, con veicoli e uniformi originali con mostre, eventi e attività culturali legati al tema.

Tra i veicoli sfilati sulle strade romagnole: moto, sidecar, auto, fuoristrada e camionette protagonisti dei due conflitti mondiali. Tra le attività dell’evento, molto significativa e toccante l’apertura del 15 settembre dove alle 14:30 la colonna si è diretta verso la Fortezza di San Leo per la deposizione di una corona d’alloro in onore dei caduti.