San Marino, l’antica terra della libertà | Le donne al voto e non solo

Un momento storico per tutte le donne italiane, quel giugno del 1946 quando, per la prima volta, si recarono al voto.

Anche a San Marino, come nell’Italia confinante, quel giorno fu visto e salutato come un momento storico e di svolta per l’inizio del processo di emancipazione femminile.

San Marino ed una sua particolarità | Le donne al voto e non solo
Maria Lea Pedini, prima donna eletto Capitano Reggente

Donne che votano ma anche, donne che hanno la possibilità di essere elette a cariche pubbliche. San Marino ricorda questo evento con una mostra.

Una mostra particolare

Una mostra unica e a tratti anche pienamente coinvolgente. È quella che è stata allestita nel “Museo Pinacoteca San Francesco” per celebrare un momento storico estremamente particolare per la Repubblica di San Marino, quanto anche per lo Stato Italiano.

Nel pieno del centro storico del Titano, l’esposizione che è stata organizzata dall’Università degli Studi della Repubblica di San Marino insieme agli Istituti Culturali, è stata aperta al pubblico lo scorso 21 settembre e sarà fruibile a tutti coloro che lo vorranno fino al prossimo 19 novembre. Una mostra per ricordare e celebrare i 50 anni da una legge importante: quella del 1973 che diede uno scatto importantissimo all’emancipazione femminile.

Nono più soltanto la possibilità di voto, ma anche e soprattutto quella di essere elette per cariche, impieghi e funzioni pubbliche. Tante sono le foto che ne testimoniano i momenti più importanti e salienti, in primis quella che risale al 18 marzo del 1981, quando per la prima volta a San Marino è diventata Capitano Reggente proprio una donna, Maria Lea Pedini. La foto fu scattata da Davide Minghini e, oggi, è una delle più viste alla mostra.

San Marino ed una sua particolarità | Le donne al voto e non solo
photo: ansa.it

Le prime donne elette a San Marino

Ricerche che non si sono concentrate solo ed esclusivamente su testimonianze fotografiche, ma anche su quelle orali sui racconti di coloro che c’erano e che hanno vissuto dal vivo e da vicino quei momenti così importanti per la storia della piccola Repubblica.

In particolare, è stato realizzato per la mostra un video di 20 minuti che raccoglie le testimonianze di 24 donne sammarinesi: “Dodici di loro hanno votato nel 1964, mentre l’altra metà è stata eletta dal 1974 in avanti” – racconta la storica Valentina Rossi.

Fino a oggi, per esempio, solo nove donne hanno ricoperto il ruolo di Segretario di Stato” – spiegano dalla Repubblica. Il materiale esposto in mostra ha visto anche la partecipazione del direttore degli Istituti Culturali, Paolo Rondelli.

Dall’altro lato, invece le dinamiche che hanno caratterizzato l’esperienza italiana sono state ripercorse da Patrizia Gabrielli, docente di Storia Contemporanea all’Università di Siena.