Hai Fido in auto? Ecco cosa rischi col nuovo codice. Assurdo

Oggi finalmente otterrai la risposta definitiva alla domanda: “ma posso portare il mio cane in macchina?” Probabilmente resterai sorpreso!

Cane che guida l’auto. Foto Web Source

La risposta non è banale e chi trasgredisce la norma rischia davvero grosso!

In viaggio con Fido

Avere un cane in casa è un po’ come avere un bambino piccolo destinato a restare tale per sempre. Un bambino in grado di elargire amore e fiducia infiniti ma che avrà sempre bisogno di essere accudito. Proprio per questo motivo in moltissimi casi, quando si sa di doversi allontanare da casa per molte ore o per alcuni giorni, tantissimi padroni scelgono di portare con sé il proprio migliore amico a quattro zampe.

Viaggiare con il proprio cane. Foto Web Source

Euromonitor nel 2022 si prese la briga di fare un’indagine sul numero di animali domestici presenti in Italia. I dati parlano chiaro: lo scorso anno erano ben nove milioni i cani padronali. Ecco quindi che risulta particolarmente importante ricordare che il Codice della strada in merito al trasporto di animali da compagnia parla chiarissimo.

Cosa dice il Codice della Strada

Per sapere cosa dice il codice in merito bisogna tener conto dell’articolo 169, che ha subito delle modifiche entrate in vigore a partire dallo scorso 1 giugno. Tale articolo si occupa del trasporto di persone, animali ed oggetti. Ciò che riguarda il trasporto di animali è normato dal comma 6:

Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell’art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. É consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri.

Cane trasportato in maniera non corretta in auto. Foto Web Source

La novità aggiunta quest’anno sta nella sanzione: prima l’articolo 169 stabiliva una ammenda il cui importo poteva variare tra gli 87 e i 344 euro. Dal primo giugno di quest’anno invece si è stabilita una sanzione amministrativa che va dai 150 ai 600 euro e la decurtazione di 2 punti dalla patente.

Godersi i viaggi in auto. Foto Web Source

Viaggiare comodi

Ma oltre a rispettare le norme del codice della strada cosa possiamo fare per far viaggiare il nostro cane bello comodo e per fare in modo che quella del viaggio sia una esperienza gradevole anche per lui? Per prima cosa ricordiamo il presupposto con cui abbiamo aperto questo piccolo approfondimento: il cane va accudito. Questo significa che se si fanno dei viaggi lunghi ogni volta che c’è la possibilità bisogna fare delle soste in modo che il cane possa sgranchirsi le zampebere se ne ha voglia e fare i propri bisogni (CHE VANNO SEMPRE RACCOLTI E MESSI NEI BIDONI DELLA SPAZZATURA!). Se poi il cane è particolarmente agitato o spaventato bisogna ricordarsi di portare sempre con sé degli oggetti che gli sono particolarmente cari: il gioco col quale si intrattiene di più, la sua copertina preferita. Viaggiare con Fido è bello, purché lo si faccia in sicurezza e comodità!