Tempo di castagne e borghi | Ecco il posto migliore dove andare tra natura e tradizione

E’ tempo di castagne di passeggiare per boschi, lungo sentieri e visitare borghi per una sensazione incredibile che restituesce colori e sapori imperdibili.

Sono i mesi nei quali è possibilie assistere al fenomeno del foliage perdendosi in atmosfere uniche. Le foglie, infatti, donano alla natura dei colori caldi unici di questo periodo.

Castagna di Cuneo

E’ questo il periodo delle castagne. Si può andare per boschi, visitare borghi godersi la natura, insomma, il tutto mentre si raccolgono castagne.

Raccogliere castagne è una attività piacevole tra luoghi da scoprire

La raccolta delle castagne, nei mesi di ottobre e novembre, può essere una pratica piacevole e non solo perché ci permetterà di assaporare questo delizioso frutto della natura. La raccolta, infatti, avviene raccogliendo le castagne cadute dall’albero, il Castagno appunto, questo ci da la possibilità di lunghe passeggiate nel bosco con i colori caldi dell’autunno mentre si assiste al fenomeno del foliage.

Le giornata ancora non prettamente invernali e fredde rendono le passeggiate ancora più godibili e piacevoli. Ci sono borghi in Italia dove è possibile dedicarsi alla raccolta delle castagne concedendosi uno scorcio di natura davvero imperdibile. Di seguito riportiamo i nostri consigli con i borghi più belli da visitare in questo periodo.

Prima, però, la raccolta delle castagne. Queste sono contenute all’interno del riccio (di solito tre) e quando sono mature cadono dalla pianta. Per queste ragioni si raccolgono le castagne o i ricci che si trovano a terra ed è sconsigliato scuotere i rami dell’albero per far cadere questo frutto dell’autunno. A cadere, infatti, sarebbero le castagne acerbe che non potremmo comunque utilizzare.

raccolta castagne

Una volta sul luogo scelto per la nostra raccolta dobbiamo accertarci della quantità massima di castagne che possono essere raccolte a persona, di solito la norma prevede 2 kg al giorno per ogni persona. Accertarsi se il bosco sia pubblico o privato prima di dedicarsi a questa pratica. Munirsi di un abbigliamento adeguato e comodo ed ecco che per il tempo di castagne, dunque, è tutto pronto, bisogna solo scegliere il luogo adatto.

Tempo di castagne ecco i borghi migliori da visitare per la tua raccolta

Castel Rio è, sicuramente, il nostro primo consiglio. Si tratta di un borgo di montagna lungo la valle del Santerno. Tra l’Emilia e la Toscana, una autentica oasi, qui troverai una castagna davvero unica. Tra questi castagneti secolari, infatti, potrai godere di un frutto che ha ricevuto il riconoscimento IGP. Non a caso in questo borgo si tiene la sagra dei marroni arrivata oramai alla sua 66esima edizione.

Raggiolo, a circa 40 minuti da Arezzo in Toscana, è uno dei borghi più belli d’Italia. Borgo medievale immerso nel verde alle pendici del monte Pratomagno. Un paradiso di monti e foreste dove i marroni sono intrisi nella cultura e nella tradizione locale. Qui troverai l’EcoMuseo della Castagna etanti piatti tipici a base di marroni.

Potrai goderti questo luogo magico e dedicarti alla tua raccolta personale nei vari castagneti presenti il tutto mentre si celebra la Festa di Castagnatura.

raccogliere castagne

Castelvecchio Calvisio, in Abbruzzo, sulla Valle del Tirino. Anche qui tra le  montagne del Gran Sasso, all’interno del Parco Nazionale, la tua raccolta di marroni sarà soddisfacente per il palato e per gli occhi.

Tra i boschi di questo luogo incantato, potrai fare lunghe e fruttuose passeggiate godendoti lo spettacolo della natura.

Combai, piccolo borgo in provincia di Treviso, in Veneto, una tappa da non perdere in nessun modo. Tra castagneti secolari e maestosi vigneti, in grado di regalare uno spettacolo unico, potrai goderti le tue passeggiate e portare a casa un bottino sicuramente ricco e dal sapore unico.

Anche in questa terra, infatti, la castagna ha ricevuto il suo marchio IGP. Tra colline e boschetti il castagno ha messo radici fin dal 1600 divenendo fondamentale per l’economia dl luogo, potrai trovarne grandi quantità dal sapore unico in tantissimi comuni limitrofi.

In Piemonte, Boves è un piccolo borgo di 9.000 abitanti qui la tua raccolta ti darà soddisfazioni incredibili. Parliamo sempre di prodotti col riconoscimento IGP che qui mostrano diverse varietà. Potrai, infatti, imbatterti nel Garrone Rosso, una pezzautra medio grande di pregiata qualità o anche nel Marrone di Chiusa Pesio uno dei più pregiati in assoluto.

Una zona davvero ricca e suggestiva. Potrai trascorrere giornate nel silenzio e nello spettacolo della natura sentendoti parte di esso e assaporare un marrone davvero speciale.