A San Marino si fa sul serio | Ecco come funzionerà la campagna anti inflazione

Nella Repubblica di San Marino scatta la campagna anti-inflazione, una autentica operazione per contrastare il caro-vita incentivando i consumi sul territorio.

L’iniziativa promossa dal Governo e dalle associazioni dei consumatori ha portato alla firma di un accordo per un tavolo di lavoro permanente sul tema.

campagna anti inflazione

In questo modo, oltre agli interventi programmati, il Governo e le Associazioni contano di aggiornare l’elenco dei prodotti e di attuare nuovi sconti man mano che si procede.

Scatta la campagna anti-inflazione nella Repubblica di San Marino

Un tavolo di lavoro permanente che, quindi, renda la campagna anti-inflazione dinamica in modo da aggiornarsi e rispondere alle varie esigenze che man mano si presenteranno. La campagna anti-inflazione promossa dal Governo, le Asdico, Ucs e Sportello Consumatori e le associazioni di categoria Usc ed Osla, vuole essere una autentica lotta alla crisi, con interventi seri mirati, a risolvere i problemi dei cittadini e non dei semplici enunciati propagandtistici.

L’obiettivo, infatti, è quello di contrastare il caro-vita incentivando i consumi sul territorio, in questo modo si favorirà il consumatore che potrà beneficiare di sconti ed altre misure ed i commercianti che dovrebbero vedere i cittadini incentivati a consumare nei propri esercizi.

Marco Gatti
Il Segretario di Stato per le Finanze Marco Gatti

Al termine della concertazione, oltre alla firma importante e nemmeno scontata con l’accordo che istituisce il tavolo permanente, sono state già individuate alcune misure concrete da porre in essere. Grazie a 200 mila euro messi sul tavolo dal Governo, si procederà, da subito, ad un aumento della scontistica prevista sulla carta Smac. Si tratta di un aumento degli sconti sul settore alimentare del 2-3% in più rispetto a quelli già previsti fino a gennaio 2024.

Un primo passo, insomma, l’avvio di un percorso come lo hanno definito le Segreterie di Stato Finanze e Commercio. Il Segretario di Stato per le Finanze, infatti, dichiara: “Siamo molto soddisfatti – afferma Marco Gatti – perché chiaramente tenere al tavolo tutti non è semplice, ci sono interessi anche contrapposti, però c’è la comune volontà che è quella di aiutare la nostra cittadinanza in un momento di inflazione ancora fuori controllo”.

Un tavolo di lavoro permanente tra Governo e associazioni di consumatori

Una campagna dinamica in divenire, insomma, come annunciavamo. Il tavolo, infatti continuerà a riunirsi come lo stesso Gatti ha confermato: “C’è un impegno a proseguire in questo lavoro comune, quindi nei prossimi giorni ci saranno ulteriori incontri per costruire dei ‘panieri sammarinesi'”.

campagna anti-inflazione

Tra le misure individuate per questa campagna di contrasto al caro-vita, oltre agli sconti sulla Smac, ci saranno dei punti vendita aderenti all’iniziativa. L’impegno degli esercenti sarà quello di offrire tutta una serie di articoli, ovviamente concordati, sui quali i prezzi saranno contenuti e calmierati almeno fino a fine anno. Si tratta di prodotti di uso quotidiano facenti parte del cosiddetto carrello della spesa e non solo prodotti di tipo alimentare.

Per i consumatori sarà facile individuare gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa mediante un bollino biancoazzurro esposto nei punti vendita e sulle locandine pubblicitarie. Il tavolo, intanto, dovrebbe riunirsi già tra un mese per fare il punto della situazione e con l’obiettivo primario di individuare ed aggiungere ulteriori protocolli ed interventi a quanto già stabilito. L’idea di istituire un banco alimentare, al momento, sembra stuzzicare molti degli attori coinvolti e si valuterà nei prossimi giorni proprio come muoversi in questa direzione.

Soddisfatte anche le associazioni presenti al tavolo e protagoniste di questa sinergia posta in essere. Mirco Battazza di Asdico dichiara: “Finalmente siamo riusciti a stimolare grazie anche alle Segreterie e alla disponibilità delle categorie, questo tavolo che dà le gambe ad un lavoro molto lungo che ha come obiettivo quello di ridurre i costi. Noi su questo puntiamo enormemente”. Per Battazza, infatti, il caro-vita e l’inflazione sono un “argomento importantissimo da affrontare in maniera urgente” e l’isitutzione di questo tavolo permanente sembramuovere nella direzione giusta.