La Repubblica di San Marino riceve il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, oggi 6 dicembre è in visita ufficiale sul Titano. L’ultima presenza sul Titano 9 anni fa con Giorgio Napolitano.

Il Capo dello Stato, accompagnato dalla figlia Laura, è stato accolto dai Capitani Reggenti, Filippo Tamagnini e Gaetano Troina in PIazza della LIbertà.

Mattarella
Il Pres. Mattarella con i Capitani Reggenti nella sala del Consiglio Grande – Photo web source

Mattarella ha subito focalizzato l’attenzione sull’occasione storica, sia per la Repubblica di San Marino che per l’Europa, relativa all’accordo di Associazione con l’Unione europea.

La visita del Presidente della Repubblica Italiana consolidamento di una amicizia millenaria

Grandissima giornata, quella di oggi 6 dicembre, sulla Repubblica del Titano con il Presidente italiano, Sergio Mattarella, in visita ufficiale. Accolto con tutti i crismi, seguendo un rigido e collaudato protocollo, in Piazza della Libertà per poi proseguire gli incnotri istituzionale al Palazzo Pubblico.

Mattarella ha sottolineato, immediatamente, i grandi rapporti di amicizia che legano i due Stati ricordando un episodio del Risorgimento. Quando, appunto durante il Risorgimento italiano, San Marino accolse e protesse Garibaldi, nonostante i rischi di ritorsioni da parte delle truppe austriache.

Profondi e densi di significato i discorsi che hanno visto protagonisti gli Eccellentissimi Capitani Reggenti della Repubblica di San Marino ed il Presidente della Repubblica Italiana.

Il Capiano Reggente, Filippo Tamagnini, ha anche lui posto l’accento su quello che, del resto, sarà un grande momento davvero storico per il Titano con l’accordo di Associazione con la comunità europea. 

Tamagnini, infatti, ha parlato di percorso negoziale ormai in dirittura di arrivo con la firma che arriverà verosimilmente prima della fine dell’anno. “Un accordo di associazione dal quale scaturirà una più compiuta integrazione del mercato unico – spiega Tamagnini durante il proprio intervento – generando ulteriori opportunità di sviluppo per le imprese e di crescita per i giovani. Portando benefici per tutti i nostri concittadini nella salvaguardia delle prerogative e delle specificità dello Stato sammarinese”.

I Capitani Reggenti Filippo Tamagnini e Gaetano Troina – Photo web source

Una sinergia sempre più proficua quella tra San Marino e l’Italia

L’alto rappresentante di San Marino si rivolge, poi, al Capo dello Stato italiano sottolineando come la sua presenza sul Titano sia il segno tangibile della vicinanza tra Italia e Repubblica di San Marino.  Rimarcando poi il pensiero che spesso Mattarella ha espresso Tamagnini ribadisce che: “Serve più Europa. Condividiamo la visione di un’Europa che sappia rispettare i principi di sussidiarietà e di proporzionalità, che sappia preservare le differenze – continua Tamagnini – che valorizzi la ricchezza delle sue storiche diversità, abbracciando la pluralità di pensiero e le diverse sensibilità”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’altro Capitano Reggente, Gaetano Troina, che ribadisce quanto sia importante e proficuo il rapporto bilaterlae tra Italia e San Marino.

“Recentemente stiamo purtroppo assistendo a sconvolgimenti naturali di dimensioni allarmanti su scala globale – spiega nel suo discorso Gaetano Troina – che hanno colpito anche i nostri territori e ci hanno fatto tremare per le conseguenze dolorose in termini di perdite di vite umane e di grandi gravosi risvolti in ambito economico sociale, artistico e ambientale.
Per questi motivi – continua Troina – diventa essenziale collaborare nella corsa contro il tempo a livello ambientale, in cui ogni Stato ha serie responsabilità istituzionali”.

Le parole di stima di Mattarella

Il Presidente della Repubblica, Sergio Matarella, prima di addentrarsi nel suo discorso istituzionale, ha sottolineato l’accoglienza calorosa riservata alla sua figura a quella della figlia e della delegazione chelo ha accompagnato. Il Capo dello Stato italiano, infatti, ha voluto fortemente ringraziare San Marino ed i sammarinesi per questo anche a nome della figlia Laura e di tutta la delegazione italiana presente.
Una accoglienza che, per Mattarella, riflette quanto i due Stati siano legati “dal filo indissolubile di una storia millenaria”.
Il Presidente italiano ha poi sottolineato come, una tappa importante di questo rapporto, sia stata la visita ufficiale che gli Eccellentissimi Capitani Reggenti hanno reso a Roma nel maggio del 2021.
Parla di una autentica cabina di regia tra Italia e San Marino, Sergio Mattarella, spiegando come questa sinergia abbia prodotto negli ultimi tempi risultati concreti.
“Una cabina di regia che ha prodotto – spiega Mattarella – risultati con la conclusione di 5 importanti accordi internazionali negli ultimi tre anni. Il Governo sammarinese e il Governo italiano operano con un ritmo serrato di incontri tra i rispettivi ministri. Che hanno sovente condotto alla firma di importanti intese programmatiche. E alla creazione di tavoli di lavoro. All’interno dei quali sviluppare il dialogo e la cooperazione”.
Nel suo discorso Sergio Mattarella ha spiegato come: “L’Italia guarda con amicizia e ammirazione alla storia millenaria di San Marino. Antichissima, Democrazia e Repubblica. Ove perpetua la libertà, si gode. Come disse nella sua orazione Giosuè Carducci. In occasione – continuna il Capo dello Stato italiano – dell’inaugurazione di questo palazzo che ci ospita con tanta generosa accoglienza. Una storia che porta ancora oggi un attualissimo messaggio di attaccamento, orgoglioso alla propria indipendenza e alla libertà”.
Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella – Photo web source

Il Presidente della Repubblica Italiana continua la sua giornata sul Titano

Mattarella ha poi auspicato la celere conclusione del negoziato che vedrà San Marino arricare all’accordo di Associazione con l’Unione europea. Riflettori accesi anche sui mutamenti climatici, accogliendo lep reoccupazioni dei Capitani Reggenti.
Mattarella ha parlato di cambiamenti climatici: “Guardiamo con grave preoccupazione all’emergenza climatica che colpisce con particolare violenza la nostra regione mediterranea, con fenomeni climatici estremi che stanno gravemente danneggiando il nostro ecosistema e minacciando il nostro stile di vita.
Insieme ai Presidenti dei Paesi del Mediterraneo – continua il Presidente italliano – che fanno parte del gruppo Arraiolos, abbiamo rivolto un appello all’azione affinché si adottino iniziative urgenti ed efficaci per arrestare e invertire gli effetti della crisi climatica”.

La giornata di Mattarella sul Titano è continuata al termine della visita dell’esposizione “Ex universis Europe patribus: viaggio alle origini di San Marino attraverso un antico manoscritto”, il Capo dello Stato italiano ha, infatti, deposto una corona all’Ara dei Volontari.

Nel pomeriggio, dopo la visita alla mostra fotografica “Gli scatti che fanno la storia. Visite che confermano un’amicizia longeva”, è stata consegnata al Capo dello Stato la “Dichiarazione dei Diritti dei Cittadini e dei Principi Fondamentali dell’Ordinamento Sammerese”.