Bonus 2024: quali sono e come per non lasciarseli scappare

I bonus 2024 presenti nella manovra finanziaria rappresenterannoa ncora un valido aiuto per le famiglie dinanzi al caro-vita. 

Con il ritorno alla normalità e con il governo che deve fare i conti con le manovre finanziarie, nel 2024 ci saranno tantissimi cambiamenti sul fronte bonus e incentivi.

bonus 2024

Di seguito una carrellata su quali sono i bonus che si potranno ricevere nel 2024, come ottenerli e quali cambiano. Molti sono a scadenza, quindi, occorre arrivare informati.

Bonus 2024 eccco quali scompaiono e quali sono invece previsti

Con la manovra di bilancio 2024 il Governo meloni, passata la pandemia, ha dovuto rimettere i piedi a terra e far quadrare i conti. Confronto con la realtà e con il caro vita alle stelle che, le famiglie italiane, sono costrette a fare quotidianamente da anni. Questo porta, quindi, a dover rivedere alcuni bonus ed incentivi a cancellarni alcuni che, forse, evidentemente, non hanno funzionato, ed aggiungerne altri che potrebbero essere più funzionali alle famiglie.

Tutti i bonus e gli incentivi statali, così come abbiamo visto negli anni precendenti, sono soggetti a scadenza o, addirittura, vengono erogati dietro richiesta dell’interrssato. Per queste ragioni è opportuno arrivare informati e preparati nel 2024 in maniera tale da poter usufruire di tutti i benefici che sono stati pensati per noi e le nostre famiglie.

Partiamo, innanzitutto, da quelli che non saranno riconfermati. Nel 2024, infatti, non sarà più possibile ricorrere al bonus trasporti (il contributo di 60 euro per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi pubblici), non si potrà richiedere il bonus vista per l’acquisto di occhiali o lenti a contatto.

Non esisterà più nemmeno il bonus casa green, relativo all’acquisto di case a classe energetica A e B e che prevedeva una detrazione IVA del 50%. Tra gli incentivi non riconfermati c’è anche il bonus bici a livello nazionale ma ogni Regione potrà prevedere e concedere questo bonus in maniera autonoma.

Ecco quali cambiano e come

Tra gli incentivi che cambiano invece troviamo quello dell’App18, il contributo di 500 euro fornito a chi compiva 18 anni spendibile in cultura e altro. Al posto dell’App18 ci saranno la Carta cultura e la Carta del merito.

Entrambe di un valore sempre di 500 euro (anche cumulabili tra loro) sarà diversa, però, la platea dei beneficiari. Questi soldi, infatti, verranno concessi solamente a chi ha un ISEE familiare inferiore a 35.000 euro, per la prima carta, mentre a chi otterrà un voto di 100 all’esame di maturità sarà concessa la carta al merito.

soldi bonus 2024

Il bonus asili nido viene aumentato, per il 2024, a 3.600 euro relativi al rimborso delle rette per le scuole di infanzia. Anche per questo è orevisto un tetto ISEE, il contributo, infatti, sarà erogato a chi ha un Isee inferiore a 40.000 euro e che ha già un minore sotto i 10 anni a carico.

Nel 2024 si potrà ancora acquistare elettrodomestici e mobili nuovi usufruendo di alcuni incentivi (anche questi ridotti rispetto agli anni precedenti). Il tetto di spesa massimo sarà di 5.000 euro per cui la detrazione fiscale riguarderà esclusivamente 2.500 euro al massimo.

Per chi ancora dovesse avere un vecchio apparecchio TV in casa, invece, c’è la possibilità di acquistare una nuovo televisore smart. Rottamando, infatti, il vecchio televisore, si riceverà uno sconto sul prezzo del 20% fino ad un massimo di 100 euro.

Al posto del reddito di cittadinanza

A sostituire, per così dire, il reddito di cittadinanza ci sarà la “Carta dedicata a te”. Con la manovra di bilancio per il 2024, infatti, a chi ha un ISEE inferiore ai 15.000 euro sarà rilasciata questa carta. Permetterà l’acquisto di beni di prima necessità con una piccola quota riservata ai carburanti o al trasporto pubblico.
Questa, naturalmente, è solo una parte dei bonus previsti per il 2024, quelli che, forse, suscitano più interesse, come sempre non mancheremo di aggiornare su altri incentivi e su, eventuali, scadenze da rispettare.